Monte-Carlo spietato, Ogier si riprende la leadership. Fuori Evans, incubo Hyundai

Si è chiuso il giro mattutino di speciali della terza tappa a Monte-Carlo. É sempre lotta Ogier-Loeb

monte-carlo ogier

Sebastien Ogier e Benjamin Veillas al Rally di Monte-Carlo 2022

Inizio di giornata pieno di adrenalina e spettacolo al Rallye Monte-Carlo. Il campione del mondo in carica Sebastien Ogier si è ripreso la testa della classifica generale con tre scratch davvero impressionanti, che gli hanno permesso di chiudere il primo giro di speciali con un vantaggio di 5,4 secondi su Sebastien Loeb. Il nove volte campione del mondo, ha fatto i conti con alcuni piccoli problemi. La prova speciale 11, la “Saint-Geniez / Thoard 1”, di 20,7 chilometri, è stata sospesa dagli organizzatori a causa della posizione della Yaris di Elfyn Evans, rimasta in bilico dopo un uscita di strada e che ha costretto il gallese al ritiro. Loeb è stato l’ultimo pilota tra le Rally1 a completare la prova.

Questo primo round del mondiale sembra invece stregato per Hyundai. Thierry Neuville continua a lottare per non far scivolare la sua i20 N, a questo si aggiunge una penalità di 10 secondi che il belga ha avuto dai commissari, per essere arrivato in ritardo ad un controllo orario. Le condizioni scivolose dell’asfalto hanno creato qualche problema anche al compagno Ott Tanak, protagonista di una foratura. I due alfieri del team coreano sono stati protagonisti anche di un testacoda, mentre il giovane Oliver Solberg ha perso oltre 35 minuti a causa di un’uscita di strada. Continua la scalata invece di Craig Breen che porta la sua Ford Puma in terza posizione, anche se a oltre 1 minuto dal leader.