Il ritorno di un mito: GCK porta la Lancia Delta Integrale nel FIA World Rallycross

CCK farà rivivere una delle auto più iconiche dei rally nella prossima stagione del FIA World Rally Championship

lancia delta integrale rallycross

Torna il mito della Lancia Delta Integrale. GCK Motorsport farà rivivere una delle auto più iconiche dei rally nella prossima stagione del FIA World Rallycross Championship, quella che vedrà l’ingresso dei motori ibridi, con un modello basato sulla leggendaria Lancia Delta Integrale.

Fondata da Guerlain Chicherit, quattro volte campione del mondo di freeride diventato pilota di rally, rallycross e stunt, la GCK ha fatto il suo ingresso nel World RX nel 2018. Da allora e fino al 2020, il team ha portato in gara vetture Renault con Andreas Bakkerud, Anton Marklund, Liam Doran e Chicherit e, lo stesso Chicherit. Dopo un anno sabbatico, nel 2022, il nome GCK tornerà progettando, costruendo e guidando la Lancia Delta Evo-e, basata sul retrofit GCK Exclusiv-e.

Sinonimo di spettacolo e successo nel motorsport, la Delta Integrale ha conquistato otto titoli FIA World Rally Championship tra il 1988 e il 1992: cinque titoli costruttori e tre trofei piloti, divisi tra Juha Kankkunen e Miki Biasion. Per celebrare questi trionfi e in vista della discussa introduzione di una nuova Delta stradale, annunciata dal gruppo Stellantis, la più bella tra le italiane tornerà in azione e farà il suo debutto nel World RX durante la stagione ibrida inaugurale del campionato del mondo rallycross.

Alla base di ogni vettura al via del campionato ci sarà l’innovativo kit RX1e sviluppato dall’azienda austriaca Kreisel Electric. Il kit garantisce prestazioni elevate grazie ai 500 kW erogati dai due motori – equivalenti a 680 cavalli – e 880 Nm di coppia. Non solo GCK Motorsport tornerà al posto di guida del World RX nel 2022, ma GCK Energy alimenterà la rete del campionato fornendo energia al campionato di supporto FIA RX2e. Utilizzando una combinazione di energia solare ed energia raccolta dalle reti di energia verde prima dei fine settimana di gara, GCK Energy fornirà elettricità per ricaricare le batterie di tutte le auto tra una gara e l’altra. Ciò renderà la nuova generazione di World Rallycross una dei campionati più attenti all’ambiente.

“Sono super entusiasta per il ritorno di GCK nel FIA World Rallycross Championship sotto la sua nuova bandiera elettrica – ha detto Guerlain Chicherit, presidente di Green Corp Konnection (GCK) -. Il format di gara si presta perfettamente a regalare uno degli spettacoli più emozionanti visti finora con le auto elettriche. Abbiamo scelto la Lancia Delta Integrale perché è un’auto che ha fatto sognare tutti. È l’auto da rally per eccellenza, senza dubbio la più incredibile della sua epoca e ancora oggi molto apprezzata. Sarà un anno impegnativo per noi e l’intero team non vede l’ora di affrontare questa nuova sfida – ha aggiunto Chicherit -. Il motorsport sta attraversando un cambiamento significativo. Fare la nostra parte nello sviluppo di alcuni di questi cambiamenti è ciò che ci tiene tutti motivati”.

“In tutto ciò che fa, Guerlain Chicherit è un pioniere e il team che ha fondato, condivide lo stesso spirito e lo stesso impegno nell’aprire nuovi orizzonti – il commento di Arne Dirks, direttore esecutivo, Rallycross Promoter -. Da quando ha annunciato che GCK si sarebbe preso un anno sabbatico dal World RX alla fine dello scorso anno, è sempre stato molto chiaro: sarebbe tornato nel momento giusto e quando l’era elettrica sarebbe stata alle porte. Da uomo con il polso fermo, Guerlain comprende la direzione in cui sta andando il mondo e che per progredire è necessario adattarsi e, il suo approccio lungimirante è completato da una genuina passione retrò, come dimostra la scelta dell’auto per il 2022, che è un vero colpo da maestro. Essendo cresciuto vedendo l’epica Lancia Delta Integrale conquistare rally in tutto il mondo, personalmente non vedo l’ora di vedere la Delta Evo-e in azione nel World Rallycross la prossima stagione”.