Mondiale 2021, si chiude con l’Aci Rally Monza (forse)

La data dovrebbe essere quella della prima settimana di dicembre, ma al momento sono soltanto voci di corridoio

Aci Rally Monza WRC

Teemu Suninen e Jarmo Lehtinen, Aci Rally Monza - Foto M-Sport Ford

Monza per il secondo anno consecutivo nel WRC. O almeno è questa la notizia che in questi giorni gira incessantemente tra gli addetti ai lavori. Dovrebbe essere ormai questione di tempo, manca solo la conferma del mancato svolgimento della tappa in Giappone e dovrebbe arrivare l’ufficialità del ritorno dell’Aci Rally Monza. Il Rally del Giappone dovrebbe svolgersi dall’11 al 14 novembre, ma la scadenza per la logistica è fissata per inizio settembre ed è praticamente scaduta. Dopo la cancellazione del Gran Premio di Formula 1, sembra quasi certa la cancellazione anche della prova del mondiale rally del Sol Levante, ed il ritorno, se tutto rimane confermato, della prova italiana.

Lo scorso anno Monza “salvò” il Mondiale. Una competizione vista all’inizio non bene da molti appassionati e, non solo, in tanti criticarono la tappa italiana prima ancora del suo svolgimento, forse perchè associata al Monza Rally Show, evento ben distante da un vero rally. Ma l’appuntamento mondiale vide un fantastico mix di prove interne all’autodromo, che impegnavano buona parte dei parcheggi e delle strade di servizio del Parco – trasformate per l’occasione in prove speciali miste terra-asfalto – con le speciali in esterna, che hanno riportato le World Rally Car nel loro habitat naturale, tra gli asfalti di tutti i giorni a sfrecciare tra bagnato e neve. In autodromo, il parco assistenza e tutto il cuore della logistica della manifestazione.

L’ultima volta delle “Plus” potrebbe quindi arrivare a Monza, visto che dal prossimo anno le protagoniste della classe regina saranno le Rally1 ibride. Gli organizzatori dell’evento avrebbero a disposizione sia le speciali nel comasco che quelle nel bergamasco. Stage difficili, molto belle e tecniche, con il meteo che potrebbe fungere da ulteriore punto interrogativo così come avvenuto nel 2020. Un rally che non dimenticherà facilmente Elfyn Evans, che proprio a Monza a causa di un’uscita di strada perse il Mondiale.

Lo stesso Andrea Adamo, team principal di Hyundai Motorsport, qualche mese fa non nascose il suo apprezzamento per Monza quale ultima prova del mondiale. “L’ho già detto in altre occasioni, ma una gara come il Rally di Monza ha tutto il diritto e le caratteristiche per far parte del calendario WRC – dichiarò Adamo -. Sono sempre stato un grande sostenitore di questo evento e in una situazione differente da quella in cui ci troviamo oggi, potrebbe veramente essere la festa dell’automobilismo sportivo perché permette di organizzare una serie di iniziative che attirerebbero pubblico e media”.

La data, dovrebbe essere, come per il Monza Rally Show, quella della prima settimana di dicembre. Calendario alla mano, dal 3 al 5 dicembre potremmo tutti quanti ritrovarci in Lombardia, per ammirare (di nuovo) le WRC Plus.