WRC, cancellato il Rally del Giappone: Monza in pole per sostituire la gara nipponica

La notizia era nell’aria, dopo il Gran Premio di Formula 1, il Giappone cancella anche l’appuntamento del mondiale rally

rally giappone

Takamnoto Katsuta e Daniel Barrit

Lo avevamo anticipato questa mattina (LEGGI QUI), ma adesso è ufficiale: il Rally del Giappone, ultimo round del FIA World Rally Championship, è stato annullato. A darne notizia è lo stesso comitato esecutivo del rally. La gara era in programma dall’11 al 14 novembre prossimi. In pole per sostituire l’appuntamento giapponese l’Aci Rally Monza, che per il secondo anno consecutivo sarebbe il round conclusivo del WRC. La decisione è stata presa a causa del riacutizzarsi della situazione di emergenza dovuta al Covid-19 nel Paese.

Tanta l’amarezza da parte degli organizzatori, che hanno colto l’occasione per esprimere il loro “più profondo apprezzamento per chi si è speso e ha collaborato per l’organizzazione della gara”, si legge in una nota del Comitato esecutivo. “Un grazie – si legge ancora nella nota – a tutti i fan e le parti interessate che hanno atteso con impazienza e per 11 anni questo primo WRC Rally Japan. Si scusiamo sinceramente per tutti i disagi che questa decisione può aver causato”.

“Vorrei esprimere le mie sincere scuse a tutti coloro che hanno atteso il Rally Japan – ha detto Satoshi Suzuki, presidente del Comitato esecutivo della gara -. Colgo l’occasione per esprimere anche la mia più sentita gratitudine a tutti coloro che hanno lavorato instancabilmente per rendere possibile questo evento. Il mio desiderio è che riusciremo in qualche modo, a superare con successo l’attuale situazione di pandemia. Siamo determinati a fare del nostro meglio per superare momento ed essere in grado di organizzare con successo il WRC in Giappone nel 2022″.