WRC, in Belgio le Hyundai subito davanti: al comando l’idolo di casa Neuville

Gli equipaggi si stanno dirigendo adesso verso il parco assistenza, poi il secondo giro sulle speciali di oggi

wrc belgio neuville

Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe

Tra le caratteristiche, veloci e strette strade agricole delle Fiandre Occidentali, si è concluso il primo giro di quattro prove speciali del Renties Ypres Rally Belgium. A guidare la classifica sono le tre Hyundai i20 WRC Plus di Thierry Neuville (che ha vinto la speciale numero 4), Craig Breen (vincitore di due speciali) e Ott Tanak (vincitore della speciale di apertura). I tre alfieri Hyundai si sono alternati al comando dividendosi anche le vittorie delle quattro speciali.

Le condizioni dell’asfalto hanno condizionato – anche se non troppo – la guida dei piloti. Sulla strada infatti era presente molto sporco, che ha reso le prove un po’ più scivolose rispetto alle ricognizioni. Tutto però è filato via tranquillo, tranne che per due lunghi, uno del campione estone Tanak e l’altro del giovane Pierre-Louis Loubet, traditi dallo sporco.

Leggermente più staccato il trio Toyota Evans, Rovanpera, Ogier, con il giovanissimo e il campione del mondo che hanno lamentato il poco grip avuto su alcune speciali. Ogier ha anche forato l’anteriore sinistra. Dietro le Ford Fiesta di M-Sport, con il team dell’Ovale Blu che purtroppo perde i due suoi alfieri, il giovane Adrien Fourmaux, protagonista di un incidente sulla speciale numero 3, la “Kemmelberg 1”. Il francese ha perso il controllo della sua Fiesta in una curva a sinistra, l’auto è finita in un fosso cappottandosi. Sia Adrien che il copilota Renaud Jamoul stanno bene. Gus Greensmith invece è finito in un fosso nella quarta speciale, ma dovrebbe poter riprendere la gara. Chiudono la top ten Takamoto Katsuta con la quarta Yaris WRC Plus, il giovane Pierre-Louis Loubet con la Hyundai i20 WRC Plus gestita da 2C Competition, seguiti in nona e decima posizione da Suninen e Rossel. Dodicesimo il “piccolo” di casa Hyundai Oliver Solberg con la nuova i20 N Rally2. A finire in un fosso anche il portacolori nel WRC2 di Movisport Nikolay Gryazin, con la Polo R5.

Gli equipaggi si stanno dirigendo adesso verso il riordino e torneranno in prova alle 18.15 con la special stage numero 5 “Reninge-Vleteren 2”, seguita alle 19.04 dalla “Westouter-Boeschepe 2”, alle 19.54 dalla “Kemmelberg 2” e infine alle 20.48 chiude la giornara la speciale numero 8 “Zonnebeke 2”.

sicilia vaccino covid