Rally Turchia, Day 1: Sebastien Loeb davanti a Neuville e Ogier

Protagonista assoluta (nel male) è stata ancora una volta la polvere. Tutti i piloti hanno protestato per il poco distacco tra le auto che entrano in prova

rally turchia

Sebastien Loeb (FRA) Daniel Elena (MCO) of team Hyundai i20 Coupe WRC Hyundai Shell Mobis WRT is seen racing at shakedown during the World Rally Championship Turkey

Hyundai chiude al comando della prima giornata del Rally di Turchia con una doppietta: Sebastien Loeb e Thierry Neuville vincono una speciale a testa e si piazzano in prima e seconda posizione. Dietro di loro il trio Toyota guidato da Sebastien Ogier, seguito dai compagni Elfyn Evans e Kalle Rovampera.

Solo settimo il campione del mondo Ott Tanak, che si piazza dietro la prima delle Ford Fiesta di M-Sport, quella di Suninen. A chiudere la top ten sono gli altri due alfieri di M-Sport Lappi e Greensmith e Loubet con la Hyundai.

Protagonista assoluta (nel male) è stata ancora una volta la polvere. Quasi tutti i piloti hanno protestato per il poco distacco tra le auto che entrano in prova. La polvere infatti non fa in tempo a posarsi sul fondo e la visibilità è ridotta di molto. I primi problemi sono venuti a galla nella seconda speciale, la Gokçe di 11,32 chilometri. Dopo il passaggio di Sébastien Ogier, che apre la stage essendo il leader del mondiale piloti, la polvere non si è più abbassata e molti piloti sono stati costretti ad alzare il piede in più di un punto.

“Ogni anno è lo stesso schifo” – ha detto polemico Thierry Neuville. “Sapevamo che questo sarebbe successo. La polvere rimane alta e rende tutto più difficile e pericoloso. Fa arrabbiare”, è stato il commento del compagno di squadra e campione in carica Ott Tanak. A fine giornata anche il pluricampione Sébastien Ogier ha parlato del problema: “Capisco gli altri piloti – ha detto Ogier – sono con loro, hanno ragione. Tre minuti tra una vettura e l’altra sono pochi. Non so quanto distacco avremo domani tra una vettura e l’altra, ma i tre minuti non sono sufficienti. Forse con quattro le cose potrebbero migliorare, anche se l’anno scorso abbiamo visto la polvere rimanere in alcune zone”.

Leading positions:
1. S Loeb / D Elena FRA Hyundai i20 18min 50.9sec
2. T Neuville / N Gilsoul BEL Hyundai i20 +1.2sec
3. S Ogier / J Ingrassia FRA Toyota Yaris +1.3sec
4. E Evans / S Martin GBR Toyota Yaris +2.1sec
5. K Rovanperä / J Halttunen FIN Toyota Yaris +2.7sec
6. T Suninen / J Lehtinen FIN Ford Fiesta +4.2sec
7. Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC +4″8
8. Lappi/Ferm Ford Fiesta WRC +6″6
9. Greensmith/Edmondson Ford Fiesta WRC +16″1
10. Loubet/Landais Hyundai i20 Coupé WRC +28″5