Dani Sordo, il compleanno a casa e la quarantena: “Ecco come occupo il mio tempo”

Lo spagnolo racconta come sta passando la quarantena a casa e come si tiene in forma

dani sordo

Dani Sordo, Rally Mexico 2020 - Photographer: Fabien Dufour, Worldwide copyright: Hyundai Motorsport GmbH

Il pilota spagnolo celebrerà il suo 37esimo compleanno il 2 maggio a casa, sebbene in circostanze molto diverse da quelle che avrebbe preferito. Dani si è tenuto impegnato in casa sua nelle ultime settimane con un regime che ha combinato il fitness e qualche lavoretto a casa.

Lo spagnolo, ha ammesso che purtroppo salterà alcune delle gare inserite nel suo programma e che si sarebbero dovute correre a maggio e giugno. Tra questi il Rally d’Italia Sardegna, appuntamento che avrebbe dato a lui e al copilota Carlos del Barrio, la possibilità di bissare la vittoria dello scorso anno. Tuttavia, alla luce della gravità della pandemia da coronavirus, Dani – come tutti – ha dovuto adattare i suoi hobby e il suo stile di vita quotidiano a una “nuova normalità”. L’installazione di un simulatore (che non ama ndr) a casa gli ha permesso di godersi alcuni momenti con i suoi amici, mantenendo allo stesso tempo uno stretto contatto con la squadra.

Prima di tutto, Dani, come stai in questi giorni?
“La situazione qui, per fortuna, non è stata così grave come in altre zone, ma è comunque importante affrontare le cose sul serio e rispettare le normative. Mi sono tenuto al sicuro e ho anche fatto il possibile per tenermi in forma e impegnato. Per il momento dobbiamo essere pazienti”.

Hai avuto un programma prestabilito che hai seguito durante la quarantena?
“Sì, è stato utile avere una routine. Ho provato a fare fitness una volta al giorno e poi fare lavori in casa. Ad esempio, pulire tutte le finestre, tagliare l’erba, fare il giardinaggio e un sacco di fai-da-te al coperto. Sono stato impegnato con le interviste video e anche a cucinare. Non è la mia solita vita, mi manca uscire, in questi giorni poi il tempo è stato bello”.

Hai una palestra a casa per l’esercizio?
“Sto mettendo in piedi una palestra davvero bella, è quasi finita. Ho anche la possibilità di fare altri sport, quindi ho affrontato abbastanza bene le attività”.

Stai facendo anche qualcosa di diverso dal “solito”?
“Non proprio, mi sono procurato un simulatore. Non è qualcosa che ho utilizzato prima. In verità non gioco ai videogiochi, penso però che possa essere utile ad allenare la mente. Fino ad ora ho giocato con i miei amici”.

Quindi, non hai preso parte alle gare di eSports come altri piloti?
“No, ad essere sincero, non sono un grande fan delle gare online. Come ho detto, mi sono divertito a pulire e preparare il cibo, e ho anche i miei cani con cui posso giocare”.

Ti sei tenuto in contatto con il resto della squadra?
“Ho avuto una chat su Instagram con Carlos, anche se di solito non parliamo molto tra gli eventi. Ho parlato con Andrea e Alain, ma penso che sarebbe bello anche per tutti i piloti fare una chat video insieme – sarebbe divertente!”.

Hai un messaggio per la squadra?
“Recentemente tutti stiamo passando un momento difficile. Non solo le squadre, ma le persone in tutto il mondo. Speriamo di tornare presto alla vita normale. Penso che dobbiamo essere positivi in questo momento storico. Forse dopo questo useremo il nostro tempo per parlare con i nostri amici al telefono. Ci sono così tante possibilità ora con la tecnologia di comunicare o incontrare persone. Quindi, a volte dobbiamo fermarci un po’ e goderci quello che a volte metti da parte perché sei sempre impegnato, adesso ci rendiamo conto che anche la vita un po’ più rilassata è piacevole”.

Ai fan a casa cosa vorresti dire?
“Onestamente, il messaggio che voglio dire ai fan è che dispiace a tutti lo stop forzato, ma la cosa migliore per tutti adesso è rimanere a casa. La cosa più importante ora è superare l’emergenza. I rally torneranno come al solito. Siamo delusi di non essere in Portogallo e in Italia, perché sono alcuni dei miei rally preferiti. Siamo tristi per le gare annullate, ma siamo più tristi per questa situazione. Ringrazio tutti coloro che rispettano le regole e rimangono a casa e spero che tutto torni alla normalità il prima possibile”.