Il mondiale WRC perde un pezzo: cancellato il Rally del Cile 2020

Gli organizzatori sembra che si siano trovati senza i fondi necessari per adempiere alle richieste della FIA

rally cile

Ott Tanak e Martin Jarveoja - Jaanus Ree Red Bull Content Pool

Il mondiale rally Fia WRC perde un pezzo. A pochi giorni dalla fine della stagione che ha visto il trionfo di Ott Tanak e, dopo l’addio ufficiale della Citroen, arriva la notizia della cancellazione del Rally del Cile 2020. Sembra che la decisione sia dovuta al fatto che gli organizzatori si siano trovati senza i fondi necessari per adempiere alle richieste della FIA.

“Il Rally del Cile è stato annullato, ma tornerà a essere svolto regolarmente nel 2021″, ha detto il presidente della Federazione dell’Automobilismo cilena, Mauricio Melo. Il problema che ha portato gli organizzatori alla cancellazione, sono gli scontri che in questi giorni si stanno verificando nella zona di Biobio. I fondi destinati alla corsa saranno reindirizzati. La decisione è stata presa dopo una riunione tra i promotori della corsa al Ministero dello Sport, nell’ufficio del sottosegretario Andrés Otero, con il presidente Melo, il presidente della commissione nazionale Rally, Gionzalo Cincha e il sindaco di Biobio, Sergio Giacaman.

“L’impegno rimane, anche perché abbiamo visto il grande impatto che ha avuto sul turismo in questa stagione. Ma la democrazia è la cosa più importante in Cile. Questa è stata una decisione prudente proprio per cercare di mantenere la democrazia”, ha detto il sindaco Giacaman.

sicilia vaccino covid