Rally delle Azzorre, doppia foratura per Lukyanuk che si ritira: “Non abbiamo più pneumatici”

rally azzorre lukyanuk

Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov fermi dopo una foratura al Rally delle Azzorre

Alexey Lukyaunk, Campione in carica del FIA European Rally Championship, ha ammesso ad ERC Radio che si ritirerà dal 55esimo Rally delle Azzorre dopo le due forature. Terminata la PS7 “Coroa da Mata” con la posteriore sinistra a terra, il russo ha dovuto spiegare a Julian Porter che lui e Alexey Arnautov non hanno più ricambi, avendo dovuto sostituire già una ruota lungo gli 11,4 chilometri della tratta. Il duo del Saintéloc Junior Team aveva caricato a bordo della loro Citroen C3 Rally2 solamente una gomma di scorta, per cui non resta che fare rientro a Ponta Delgada alzando bandiera bianca.

“Abbiamo avuto due forature”, ha detto il russo. “Ne abbiamo sentita una a metà prova, ma pensavo di poter arrivare fino alla fine. Ho capito che avremmo perso 40-50 secondi, ma siccome in passato abbiamo avuto problemi dopo aver guidato con una gomma a terra, abbiamo deciso di cambiarla. Nel momento in cui abbiamo iniziato a farlo abbiamo capito che non potevamo più lottare per i punti oggi, quindi non abbiamo spinto troppo. Abbiamo lasciato andare (Miko) Marczyk e poi siamo partiti e alla fine della PS ho avuto il sospetto che ci fosse un’altra foratura al posteriore. Nell’ultima curva è arrivata la conferma. Il piano era di andare forte e cercare di essere il più veloce possibile, ecco perché abbiamo preso solo una ruota di scorta”.

Al momento (PS 8) al comando della gara c’è il norvegese di Toksport WRT Andreas Mikkelsen, che ha ripassato Dani Sordo. Terzo il pilota locale Ricardo Moura. Umberto Scandola resiste al settimo posto assoluto insieme a Danilo Fappani, 22esimi Rachele Somaschini e Nicola Arena.