Monte Erice, pilota prova il tracciato con l’auto di serie: patente ritirata e addio gara

Il 44enne si è giustificato dicendo che quella era la sua prima partecipazione alla gara di domani e che voleva provare il circuito

monte erice patente

Ha provato il tracciato di gara della storica Monte Erice in Sicilia a tutta velocità e in maniera clandestina, ma è stato beccato dai carabinieri. È accaduto questa mattina intorno alle 5 sulla provinciale 31, strada su cui si correrà domani la 63esima edizione della cronoscalata, undicesimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna e che quest’anno ha registrato il record di iscritti.

Oggi la giornata è dedicata alle prove ufficiali, ma il pilota che probabilmente non conosceva bene il tracciato, ha deciso durante la notte di provare con la propria auto senza preoccuparsi del pericolo che non soltanto lui, ma anche gli altri automobilisti potevano correre. I carabinieri della Stazione di Erice però, avevano organizzato uno specifico servizio per contrastare questi comportamenti e, intorno alle 5 di questa mattina hanno sorpreso il pilota che sfrecciava a tutto gas verso Erice. L’uomo è stato bloccato dai militari nella zona San Nicola, subito dopo un azzardato sorpasso in piena curva ad altre due auto.

Il 44enne si è giustificato dicendo che quella era la sua prima partecipazione alla gara di domani e che voleva provare il circuito. L’uomo però non parteciperà più alla gara in quanto i carabinieri gli hanno elevato la sanzione prevista dal Codice della Strada per guida pericolosa con annesso ritiro della patente di guida, provvedimento che ne decreta l’esclusione dalla gara.