La Targa Florio entra nel vivo: presentato il programma. Grande attesa per le WRC Plus

Il prestigio della corsa automobilistica più antica del mondo è quanto mai brillante e la Targa Florio si conferma appuntamento di riferimento

targa florio wrc

Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe - Croatia Rally 2021

Il programma della 105esima Targa Florio entra nella fase clou. La gara organizzata dall’Automobile Club Palermo è stata presentata questa mattina a Palermo. Il prestigio della corsa automobilistica più antica del mondo è quanto mai brillante e, come sottolinea la scelta di Renault di presentare per la prima volta in gara la nuova Clio Rally 4 affidata al pluricampione Paolo Andreucci che ha svolto dei test sulle strade della Conca D’Oro per testare l’auto prima del competizione che lo vedrà impegnato tra le 2 Ruote Motrici, categoria di cui detiene il titolo 2020. Pronto a scendere i campo Hyundai Motorsport, il team protagonista del Campionato del mondo rally con due i20 WRC della categoria regina World Rally Car affidate a Thierry Neuville e a Ole Christian Veiby.

Alla presentazione sono intervenuti il vice presidente della Regione Sicilia Gaetano Armao, il presidente dell’Automobile Club Palermo Angelo Pizzuto, il professor Salvatore Requirez, storico e storiografo della Targa Florio, il direttore di gara Marco Cascino e il professore Nino Vaccarella, vincitore di 3 Targa Florio versione velocità.

Le leggendarie strade delle Madonie saranno teatro venerdì 7 e sabato 8 maggio del terzo round del Campionato Italiano Rally Sparco, secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, prima stagionale per la Coppa Italia Rally di ottava Zona e per il campionato Siciliano Rally auto moderne e storiche. Le validità e il prestigio dell’evento hanno catalizzato in Sicilia i migliori nomi del rallismo con 195 adesioni pervenute.

Esordio sulla Volkswagen Polo GTI per l’idolo di casa Totò Riolo a cui torna a leggere le note in Targa Maurizio Marin, l’equipaggio ha condiviso due successi sulle Madonie nel 2002 e nel 2005. Hyundai i20 R5 seguite direttamente dalla casa ufficiale per il Campione Italiano in carica Andrea Crugnola, ultimo vincitore della Targa Florio nel 2020 e che sarà navigato da Pietro Ometto, poi l’irlandese Craig Breen, attualmente secondo in campionato, dopo la vittoria a Sanremo, a sole 6 lunghezze da Stefano Albertini, il bresciano affiancato da Danilo Fappani che su Skoda Fabia ha fatto il pieno di punti tricolori al Rally del Ciocco.

Altro protagonista sotto i riflettori è Giandomenico Basso, il veneto ottimo conoscitore della gara che affronterà su Skoda Fabia Evo R5 con Lorenzo granai alle note. Sempre Skoda Fabia per due giovani dell’Aci Team Italia come il fiorentino Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella,  dopo una doppia presenza in top ten nelle due precedenti gare CIR Sparco, oltre al pilota di casa Alessio Profeta navigato da Sergio Raccuia.  Altro pilota palermitano in forza alla nazionale italiana è Marco Pollara, il pilota di Prizzi quest’anno su Citroen C3 R5 che condivide con Daniele Mangiarotti. Anche la milanese Rachele Somaschini sarà al volante della Citroen C3 R5 navigata da Giulia Zanchetta, in gara per l’iniziativa “Correre per un respiro” in favore della ricerca contro la fibrosi cistica. Su Wolkswagen Polo GTI R5 sarà il toscano Rudi Michelini con Michele Perna, ritorno alla vettura tedesca per l’equipaggio toscano. Su Ford Fiesta Mk2 R5 il giovanissimo bresciano Luca Bottarelli con Walter Pasini. Riflettori puntati tra le Due Ruote motrici, oltre che su Andreucci, il toscano 10 volte vincitore della gara siciliana, il toscano Christofer Lucchesi su Peugeot 208 Rally4, ma attenzione al padrone di casa Filippo Vara che ben conosce strade e Renault Clio come i coniugi di Cefalù Marco Runfola e Corinne Federighi. Nella Suzuki Rally Cup spicca il nome del catanese Giorgio Fichera che in casa vorrà attaccare il leader torinese Simone Goldoni, entrambi sulla versione Hybrid della Swift Sport.

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche è pronto come sempre ad offrire emozionanti sfide con la Targa Florio Historic Rally, garantite da nomi di spicco come il leader valtellinese Lucio Da Zanche con Daniele De Luis, vincitore a Sanremo, su Porsche 911, “Lucky” con Fabrizia Pons sull’intramontabile Lancia Delta 16V, su Porsche 911 avversario di riferimento è i cefaludese Angelo Lombardo navigato da Harshana Ratnayake, vincitore della Targa Florio Historic Rally lo scorso anno. Tutti protagonisti tricolori annunciati del 4° Raggruppamento, come anche “Gordon” su Bmw M3. Certamente attenzione al madonita Pier Luigi Fullone che torna minaccioso al volante della Bmw 2002 TI insieme ad Alessandro Failla per puntare la 1° Raggruppamento, mentre in 3° Raggruppamento sulla ribalta certamente Natale Mannino su Porsche 911 come il corleonese Antonio Di Lorenzo, Marco Savioli nuovamente sulla Bmw 2002 TI. In 2° Raggruppamento spicca il nome del biellese Davide Negri, che navigato da Roberto Coppa sulla Porsche 911 potrebbe assaltare la vetta di categoria, ma anche il ritorno al volante del palermitano Maurizio Plano anche lui una 911 di Stoccarda.

Ricca di agonismo la gara inaugurale della Coppa Rally di ottava Zona, dove a caccia di punti arriva il romano Fabio Angelucci navigato dall’esperto messinese Massimo Cambria su Skoda Fabia Rally Evo 2, vettura croata di classe regina anche per l’agrigentino Maurizio Mirabile con Calogero Calderone  e per il pilota di lungo corso Carmelo Galipò, mentre su Peugeot 208 T16 sarà Andrea Licata. Ci riprova il tenace nisseno Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000, come Andrea Nastasi, il trapanese trapiantato a Messina. Tanti i nomi il lizza per la classifica assoluta ma anche per i punti di classe e gruppo, come Giuseppe Tripolino, Agostino Capraro e Giusepep Termine sulle Mitsubishi. Tra le due ruote motrici l’agrigentino Gabriele Morreale, il messinese Carmelo Franco Molica, tra i principali candidati al successo sulle Renault Clio Super 1600.

Dalla Power Stage “Sclafani Bagni” del venerdì, interamente trasmessa in diretta dalle ore 16.30 su Aci Sport TV e Rai Sport, al triplice giro sul trittico di prove speciali “Tribune”, “Targa” e “Scillato-Polizzi”. Si ricalcherà quindi lo stesso percorso di un anno fa, con l’aggiunta della breve prova televisiva iniziale, lungo le PS ricavate sul Piccolo Circuito delle Madonie. La location centrale sarà nuovamente Termini Imerese, la cittadina in provincia di Palermo che accoglierà il Parco Assistenza, lungo il Molo e offrirà la cornice del Belvedere Principe di Piemonte per l’arrivo finale al sabato sera dalle ore 20.55. Percorso ridotto per la Coppa Rally di Zona invece, con la gara che prevede unicamente i primi due giri sulle tre prove speciali, con l’arrivo previsto sempre a Termini Imerese a partire dalle 17.31.

La competizione che si svolgerà senza pubblico nel rigido rispetto delle normative ministeriali e federali per il contenimento del Covid-19 potrà essere seguita dagli appassionati attraverso dirette continue, interviste e approfondimenti in streaming sui canali social di Aci Sport e in televisione su Aci Sport TV (canale 228 Sky) e Rai Sport.