Tre amici, una macchina e la passione per le corse: con una Punto diesel alla Targa Florio

La storia di Andrea, Giovanni e Francesco che portano una Punto diesel alla Targa Florio

punto diesel targa florio

Ciò che vi raccontiamo oggi è una storia di passione viscerale per le corse ed in particolar modo i rally, che intreccia amicizia e voglia di inseguire un sogno: correre. È il 2016 e Andrea, Giovanni e Francesco hanno deciso di realizzare la loro prima auto da rally. Un’auto inusuale, ma che secondo loro ha tutto per far bene nelle competizioni su strada nella categoria Racing Start: la Fiat Grande Punto Multijet Sport.

Acquistando l’auto nel marzo di quell’anno, in appena 40 giorni riescono a prepararla per essere omologata, lavorando senza sosta con un unico obiettivo: la 100esima Targa Florio. Andrea e Francesco riescono a concludere la gara e da quel rally in avanti l’auto inizia un percorso nelle gare siciliane. Con Giovanni alla guida riesce a raccogliere quasi sempre risultati migliori di quelli sperati, dimostrando che l’idea da cui si era partiti fosse più che valida.

A distanza di 5 anni ci ritroviamo di nuovo qui, a pochi giorni dalla Targa Florio, con l’auto che è stata riparata dopo un Rally di Cefalù travagliato, pronta di nuovo per correre. E 5 anni dopo, alla guida c’è di nuovo uno dei suoi ideatori. Andrea Virruso e Nicola Guidara faranno la gara valida per il CIR, proprio con la Punto RS diesel. “Tornare sui campi di gara, in questo contesto è davvero bello. Per ogni siciliano la Targa è la gara per eccellenza, puntiamo a finirla e divertirci”, spiega un emozionato Andrea Virruso. Sperando che la storia di questi tre amici possa servire ad altri per inseguire il proprio sogno (questa categoria permette di realizzare vetture da gara a prezzi modici e mantenendo un costo di gestione davvero invidiabile ndr.), non ci resta che fare un in bocca al lupo ad Andrea e alla Grande Punto diesel.