Montecarlo, Ogier chiude davanti a tutti. Tanak si ritira

Sebastien Ogier continua a guidare l classifica del Rally di Monrtecarlo. Ott Tanak costretto al ritiro

montecarlo ogier tanak

Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, Toyota Gazoo Racing, Montecarlo - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Nonostante alcuni problemi ieri (compresa una foratura) e gli assalti dei concorrenti, primo fra tutti il compagno di squadra Elfyn Evans, il campione del mondo Sebastien Ogier ha chiuso in testa la terza tappa del Rally di Montecarlo.

Il gallese della Toyota vincendo l’ultima prova speciale in programma oggi (SS11) “La Bréole-Selonnet 2” di 18,31 chilometri, ha ridotto il suo distacco dal francese, tra Ogier ed Evans ci sono ora adesso 13 secondi quando mancano 4 speciali alla fine di questa 89esima edizione del Rally di Montecarlo. Da tenere in considerazione però, le possibili penalità che potrebbero arrivare per Ogier. Il sette volte campione del mondo infatti, ha pilotato con il casco completamente slacciato nel corso della speciale numero 10.

Dietro ai due contendenti alla vittoria l’altra Toyota Yaris WRC di Kalle Rovanpera, che ha aumentato il ritmo per tentare di tenere a distanza la prima delle Hyundai, quella di Thierry Neuville. Tra i due ci sono 7 secondi di distacco. Quinto al momento nella classifica generale Dani Sordo, che dopo un inizio di rally sottotono sta cercando di portare Hyundai più punti possibili. Risale anche Takamoto Katsuta, il giapponese della Toyota ha fatto registrare il quinto miglior tempo della speciale e adesso è sesto nella generale. Il ritardo da Sordo è però pesante, oltre 2 minuti. L’unica Fiesta WRC rimasta in gara, cioè quella di Gus Greensmith, è all’ottavo posto assoluto dopo un weekend sino a ora deludente.

In WRC2 comanda Andreas Mikkelsen, che occupa la settima posizione della classifica generale. Il suo vantaggio su Adrien Forumaux, primo degli inseguitori è di quasi 2 minuti. Terzo posto per Eric Camilli, al volante Citroen C3 R5.

Domani si riparte per l’ultima tappa con la speciale numero 12, la “Puget-Théniers-La Penne 1” di 12,93 chilometri. La prima vettura che entrerà in prova è la Hyundai i20 Coupé WRC di Pierre-Louis Loubet alle ore 8.30. Oggi non ci sarà service per i piloti, per cui domani potranno solo scegliere le gomme per le 4 prove prima della fine della gara.

A segnare però la gara è un clamoroso colpo di scena. Ott Tanak e Martin Jarveoja, hanno annunciato, con un post su Facebook, il loro ritiro dalla prima prova mondiale. Non hanno abbastanza pneumatici e non possono ripartire dopo la doppia foratura sulla speciale 9 e in poi sulla speciale 10. Che Montecarlo fosse stregato per il pilota ex campione del mondo 2019, lo si era intuito fin dall’inizio nonostante la testa della classifica dopo la prima tappa. Prima una perdita di potenza che lo ha fatto scivolare indietro in classifica, poi la prova 9, in cui il pilota di Hyundai Motorsport era stato protagonista di un testa-coda dopo pochissimi chilometri dalla partenza, danneggiando un cerchio e chiudendo ogni possibilità di salire sul podio. Anche la prova 10 non è stata fortunata: Tanak mentre affrontava la “Saint-Clément-Freissinières” di 20,48 chilometri, ha forato la posteriore sinistra, fermandosi diverse volte lungo il tracciato. In classifica è stato sbalzato al tredicesimo posto ed è rientrato al parco assistenza con tantissime difficoltà. Qui, il pilota e il suo navigatore non hanno potuto fare altro che annunciare il ritiro, vista la mancanza di pneumatici di riserva.