Dakar, tappa 4: il ruggito del campione, vince Peterhansel. Sainz limita i danni

Il pluricampione conquista la vittoria alla quarta tappa. Carlos Sainz limita i danni e con il terzo posto mantiene il comando della classifica

dakar peterhansel

302 Peterhansel Stephane (fra), Fiuza Paulo (prt), Mini John Cooper Works Buggy, Bahrain JCW X-Raid Team, Auto, Car, action during Stage 4 of the Dakar 2020 between Neom and Al Ula, 676 km - SS 453 km, in Saudi Arabia, on January 8, 2020 - Photo Julien Delfosse / DPPI

Il ruggito del campione. Stephane Peterhansel, 13 edizioni vinte in carriera, si aggiudica la quarta tappa della Dakar, 676 chilometri, 453 dei quali di speciale – fra Neom e Al Ula. Il pilota francese dell’X-Raid Team taglia il traguardo infliggendo 2 minuti e 26 secondi a Nasser El Attiyah (Toyota Hilix) mentre Carlos Sainz limita i danni e chiude terzo a 7’18”. Il campione madrileno, anche lui al via per l’X-Raid Team, conserva comunque la leadership della gara con 3 minuti su Al Attiyah e oltre 11 minuti proprio su Peterhansel, che conquista il podio della classifica generale, proprio grazie al risultato di oggi.

Quarta posizione per Jazeed Al Rajhi, che comunque è il primo pilota privato al traguardo. Dietro di lui Mathieu Serradori. Sesto il vincitore della seconda tappa Giniel De Villiers, che conclude davanti al compagno del Toyota Gazoo Racing team Bernhard Ten Brinke. Chiudono la top ten Jakub Przygonski, Wei Han e Orlando Terranova. Lontano dai migliori stavolta Fernando Alonso che, nonostante la progressione nel tratto finale, ha ceduto negli ultimi chilometri e con la sua Toyota ha chiuso a 26’21” da Peterhansel.

LA CLASSIFICA DOPO LA QUARTA TAPPA