Andreucci al Liburna Terra potrebbe regalare il primo titolo ad MRF Tyres: “Ci proveremo”

Coefficiente maggiorato di 1,5 per l’ultimo appuntamento del CIRT, che decreterà il campione 2021

andreucci rally marche

Paolo Andreucci e Rudy Briani

Volata finale nel Campionato Italiano Rally Terra, per il pluricampione italiano Paolo Andreucci, che si presenta ai nastri di partenza del Rally Liburna Terra, evento conclusivo del campionato, in programma il 5 e 6 novembre. Affiancato da Rudy Briani, dopo la vittoria assoluta nella gara test del Rally delle Marche, il portacolori della Scuderia M33 e Skygate si presenta all’ultimo appuntamento tricolore per provare a portare a casa l’ennesimo titolo della sua carriera.

Con un coefficiente maggiorato di 1,5, sarà infatti il Rally Liburna Terra a decretare il vincitore della stagione 2021 e l’asso della MRF Tyres è pronto a mettere in campo tutte le sue armi per portare a casa il titolo, anche se la sola vittoria potrebbe non bastare. Andreucci a bordo della Skoda Fabia R5 Evo 2 del Team H Sport di Silvio Lazzara ha preso il via al campionato rally terra per lavorare allo sviluppo dei nuovi pneumatici e già in questa prima stagione potrebbe arrivare il titolo per il costruttore indiano. Una stagione in cui lo stesso pilota ha conquistato i primi successi per MRF Tyres.

“Abbiamo preso il via al Rally delle Marche per testare nuove soluzioni in ottica campionato e il podio e la vittoria non erano il nostro obiettivo primario, nonostante tutto siamo riusciti a salire sul gradino più alto – ha commentato Andreucci -. Il nostro obiettivo primario rimane lo sviluppo delle coperture MRF Tyres, e possiamo ritenerci soddisfatti di quanto fatto fino ad oggi. Al Rally Liburna proveremo a conquistare la vittoria ed il titolo tricolore, consapevoli del fatto che sarà una bella sfida”.

Il percorso di questa dodicesima edizione del Liburna Terra prevede nove prove speciali per una lunghezza totale di 76,8 chilometri su un percorso globale di 497 chilometri. La gara partirà venerdì 5 alle ore 14 con l’inedita prova spettacolo denominata “Tenuta di Cannetto” di 2,3 chilometri e quindi passerella nel favoloso contesto di piazza dei Priori di Volterra per poi chiudere la giornata con il lungo riordino notturno. La gara vera e propria sarà il sabato (6 novembre) con la rientrante prova di Riparbella di 9,2 chilometri (che sarà ripetuta due volte) seguita da quella di Serraspina di 5,6 chilometri e la consolidata Ulignano di 13 chilometri (entrambe ripetute tre volte). Riordino e Parco Assistenza a Peccioli.

Nove le prove speciali in programma per la gara valevole per il Campionato Italiano Rally Sparco 2021 Campionato Italiano Rally Terra quindi 76,88 chilometri di tratti cronometrati su un percorso globale di 497,01 chilometri, mentre una prova in meno per la gara titolata per il Cross Country ossia 63,8 chilometri di tratti cronometrati su un percorso globale di 450,13 chilometri.