Alexey Lukyanuk vince la Qualifying Stage del Rally delle Azzorre. Problemi per Scandola

Il Campione in carica ha preceduto Andreas Mikkelsen e Yoann Bonato

rally azzorre lukyanuk

Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov, Sainteloc Junior Team, Citroen C3, FIA ERC Azores Rallye - Photo Jorge Cunha / DPPI

Alexey Lukyanuk ha firmato la migliore prestazione della Qualifying Stage del 55esimo Rally delle Azzorre. Affiancato da Alexey Arnautov, il russo cha completato i 3,12 chilometri della PS “Lagoa” in 1’50″722 a bordo della Citroen C3 Rally2 gommata Pirelli.

“È stato fantastico, mi sono divertito tantissimo e trovato bene – ha detto il pilota del Saintéloc Junior Team – Sinceramente volevo spingere al massimo, vediamo dove saremo nel weekend e come andrà con il meteo, ma per ora è andato tutto alla grande”.

Il Campione in carica ha preceduto per 1,7 secondi Andreas Mikkelsen, con Yoann Bonato (CHL Sport Auto – Citroen) terzo e migliore dei debuttanti. Mikkelsen, che corre con la Skoda Fabia Rally2 Evo della Toksport WRT, ha aggiunto: “Tutto ok, sono riuscito solo a fare un giro di libere, ma il nostro obiettivo è incrementare il vantaggio in classifica. Adoro quest’isola e sono contento di essere di nuovo qui”.

Fra i piloti dell’ERC-Michelin Talent Factory, Miko Marczyk (Orlen Team) chiude quarto davanti a Norbert Herczig (Skoda Rally Team Hungaria) e Dani Sordo (Hyundai Motorsport/Team MRF Tyres). Nil Solans ed Efrén Llarena (Rallye Team Spain) completano la top ten assieme ad Erik Cais (Yacco ACCR Team) e Umberto Scandola (Hyundai Rally Team Italia). Cais ha ammesso di essere stato molto prudente visto il poco grip, mentre Scandola ha avuto malfunzionamenti della valvola pop-off.

L’idolo locale Ricardo Moura ha invece accusato problemi alla sua Fabia Edition 120: “C’è qualcosa che non funziona bene con un sensore, non ho potenza e l’auto si pianta. Non posso farci molto”. Al momento è 12°, con il leader del campionato locale, Ruben Rodrigues alle sue spalle. Luís Rego, Pedro Antunes e Benito Guerra chiudono la top 15.

In ERC2 il più veloce è stato Javier Pardo (Suzuki Motor Ibérica – Swift Rally2 Kit), il capo classifica Dmitry Feofanov è invece finito in testacoda. Pep Bassas (Rallye Team Spain – Peugeot 208 Rally4) svetta in ERC3 su Jean-Baptiste Franceschi (Toksport WRT – Renault Clio Rally4). Adrian Chwietczuk e Victor Cartier non hanno corso la Qualifying Stage dopo gli incidenti delle Prove Libere.