Alba indimenticabile per Igor Iani e Nicola Puliani: prima vittoria nella Suzuki Rally Cup

Il ventenne mette il suo primo sigillo nel trofeo firmato Suzuki Italia. Dopo quattro round è ancora Simone Goldoni il leader di classifica

alba igor iani

Igor Iani e Nicola Puliani - Suzuki Swift Hybrid

Al Rally Alba arriva la prima vittoria nella Suzuki Rally Cup per Igor Iani e Nicola Puliani. Il quarto round del monomarca organizzato da Suzuki Italia e riservato alle Suzuki Swift è andato, con merito, tra le mani del giovanissimo ossolano, uno dei piloti emergenti del trofeo. È sua la migliore R1 giapponese, nella versione Hybrid, tra le 16 partenti nell’evento affiancato stavolta al Campionato Italiano WRC. Iani infatti si è fatto trovare pronto già dalle prime prove speciali, quando il secondo crono della gara si è rivelato subito decisivo.

“Sono davvero felice per questa vittoria. L’aspettavo da un anno e mezzo ed ora è finalmente arrivata – ha commentato il giovane pilota ossolano -. La gara è stata davvero complicata e questo risultato ci ripaga degli sforzi fatti. Dispiace essere passati in testa per la sfortunata disavventura di Simone, ma i rally sono anche questo e stavolta siamo stati in grado di sfruttare l’occasione. Questo risultato ci dà morale per il proseguo del trofeo. Pensare che il mio nome si affianca a quello di Andrea Crugnola, oggi campione apprezzato da tutti, tra i più giovani vincitori nella Suzuki Rally Cup è un grande onore come uno stimolo importante per me”.

Un’esitazione di Simone Goldoni, leader indiscusso di questo avvio stagionale di coppa, è bastata a Iani per portarsi in testa alla classifica per tenerla fino al traguardo. Il capofila delle Suzuki Goldoni si era presentato con una classifica ben consolidata, costruita con una serie di successi convincenti. Al primo passaggio sulla “Igliano-Paroldo” però il suo errore, uno dei pochi commessi fin qui in coppa, quando una toccata all’anteriore sinistra sulla PS2 ha piegato il ponte e lo ha ricacciato in fondo alla classifica, con un gap di ben 52.5 secondi accumulato dallo stesso Iani. L’aostano con Eric Macori è stato però capace di una grande reazione, fatta di sette successi sulle nove prove affrontate, con la quale ha rimesso insieme i pezzi di un rally che sembrava ormai compromesso fino a scalare la classifica per centrare la piazza d’onore. Il primo posto del trofeo rimane comunque tra le sue mani, anche grazie alla vittoria con il miglior crono nella Power Stage PS4 “Somano-Bonvicino”.

Terzo posto per Roberto Pellé, che ha fatto il suo esordio nel cuneese sulla Hybrid e ha rotto subito il ghiaccio. Il trentino ha chiuso in quinta posizione dopo il primo giro di speciali, poi ha approfittato dell’uscita di scena degli altri, sempre molto quotati, come il ligure Fabio Poggio per la rottura della pompa del freno a mano idraulico, quindi di Giorgio Fichera, il siciliano out in avvio di rally con un capottamento.

Gara sfortunata al rientro tra le fila della Suzuki Rally Cup anche per il vicentino Andrea Scalzotto, dominatore in passato degli appuntamenti in concomitanza con il CIWRC, stavolta ritirato a causa della rottura della frizione. Bene anche Bertini-Vignolo, che chiudono ai piedi del podio giapponese davanti all’elvetico Ivan Cominelli. Un anno fa era stato lui il migliore tra le Suzuki ad Alba, stavolta può guardare il bicchiere mezzo pieno grazie al miglior crono assoluto tra le Racing Start, davanti a Vallino-Vitali su stessa vettura. Settima posizione per l’altro siciliano Denaro con alla destra De Paoli, con la prima Swift in versione Sport 1.6, quindi ottavo posto per Soliani-Spezzani che completano il podio virtuale della categoria RS. La top ten assoluta si chiude con Longo-Riva sulla Swift nella classica versione Sport 1.6 seguiti da Stella-Danase sulla Boosterjet 1.0. Chiude la flotta Suzuki il ligure Nicola Schileo con Fabio Garella, undicesima Swift al traguardo tra le sedici partenti in totale, un successo di affidabilità anche per le vetture della casa di Hamamatsu che si confermano affidabili e performanti anche su strade estremamente selettive, come si sono dimostrate anche stavolta gli asfalti di Alba.

CLASSIFICA FINALE SUZUKI RALLY CUP AL RALLY ALBA: 1.Iani,I. – Puliani,N. (SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID) in 1:14’28.5; 2. Goldoni,S. – Macori,E. (SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID) a 33.6; 3. Pelle’,R. – Luraschi,G. (SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID) a 1’23.3; 4. Bertini,D. – Vignolo,L. (SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID) a 1’39.2; 5. Cominelli,I. – Crivellaro,R. (SUZUKI SWIFT 1.0) a 2’17.4; 6. Vallino,C. – Vitali,M. (SUZUKI SWIFT 1.0) a 2’38.4; 7. Denaro,S. – De Paoli,B. (SUZUKI SWIFT 1.6 VVT) a 3’27.8; 8. Soliani,M. – Spezzani,A. (SUZUKI SWIFT 1.0) a 4’02.7; 9. Longo,M. – Riva,R. (SUZUKI SWIFT 1.6 VVT) a 4’49.5; 10. Stella,M. – Danese,M. (SUZUKI SWIFT 1.0 BOOSTERJET) a 5’15.5; 11. Schileo,N. – Garella,F. (SUZUKI SWIFT 1.0) a 9’43.2.