Rally di Caltanissetta, Lombardo e Spiteri “indemoniati”: vincono nonostante una toccata e il cambio rotto

I due “Devils” siglano il successo gestendo il distacco dagli inseguitori nonostante una toccata e la rottura del cambio all’ultima “piesse”

rally caltanissetta lombardo

Roberto Lombardo e Alessio Spiteri su Peugeot 208

La storica coppia composta da Roberto Lombardo e Alessio Spiteri sulla Peugeot 207 Super 2000 siglano ancora una volta il successo al Rally di Caltanissetta – Trofeo Totò Tornatore e Historic Rally gara valida per il campionato siciliano auto moderne e auto storiche e per la Coppa Rally di ottava Zona, di scena questo fine settimana dopo lo stop dovuto al Covid dello scorso anno. Una vittoria al cardiopalma quella dei due “Devils” che hanno fatto tremare i propri sostenitori nella prima prova, quando una toccata ad un albero ha rischiato di compromettere la gara facendo perdere ai portacolori della Caltanissetta Corse oltre 20 secondi e parte della fiancata destra. Come se non bastasse inoltre i due nisseni hanno avuto un problema al cambio che ha bloccato la vettura in quarta marcia nell’ultima prova, vinta lo stesso. Ad approfittare dell’errore nella prima prova sono stati subito Agostino Capraro e Giovanni Lo Verme con la Mitsubishi Lancer Evo 9 che hanno chiuso davanti a tutti la prima prova ma letteralmente tallonati dall’equipaggio Brusca-Midulla su Peugeot 106 Rally. Il pilota favarese e il navigatore nisseno sulla Mitsubishi preparata dai Fratelli Cacciatore di Alessandria della Rocca oltre a svettare in Gruppo N e conquistare la seconda piazza hanno preceduto di un soffio l’equipaggio nisseno composto dal giovane plurivincitore del Rally di Cefalù Salvatore Lo Cascio navigato da Raimondi su Peugeot 106 Rally di Classe A6.

“É stata una vittoria talmente sofferta da essere tra le più emozionanti di questi anni – hanno detto Lombardo e Spiteri -. La gara di casa ha un sapore sempre particolare. Per noi è un 2021 molto positivo dato anche il successo della Targa Florio che rimane una soddisfazione incredibile e anche lì abbiamo avuto problemi di affidabilità al cambio ma siamo riusciti a portare a termine la gara nonostante le difficoltà. Siamo felicissimi”.

Domenico Guagliardo e Giacomo Giannone su Porsche

Ai piedi del podio in quarta piazza assoluta si sono classificati il mussomelese Salvatore Pio Scannella navigato da Ivan Rosato su Peugeot 106 sulla quale conquistano un’ottima seconda posizione di Classe A6 davanti al mussomelese Gaspare Corbetto già detentore del titolo di campione siciliano Under 25 navigato dal nisseno Salvatore Cancemi su ancora Peugeot 106 Rally. Sesta piazza assoluta e primato dell’agguerrita classe A K10 per i nisseni Mariano Lombardo e Kevin Rosetta sulla Peugeot 106 Rally in lotta costante con il messinese Antonio Armaleo in coppia con Paolo Guttadauro su Citroen Saxò. Nella top ten entrano di diritto Mario Miraglia navigato da Mario Restivo della Ro Racing su Renault Clio con i quali conquistano il primato in Classe N3 davanti a Massimiliano e Vincenzo Burrogano su Renault Clio Rs noni assoluti. Nella Top ten anche l’eclettico mussomelese Salvatore Farina e Giuseppe Centinaro su Peugeot 106 S della Sunbeam.

Tra le storiche il successo è andato al pilota e preparatore palermitano Domenico Guagliardo navigato da Giacomo Giacomo Giannone sulla Porsche Carrera Rsr di 2 Raggruppamento preparata in house della Island Motorsport davanti al blasonato equipaggio Gordon-Cicero sulla Bmw M3 e all’avvocato corleonese Antonio Di Lorenzo navigato da Francesco Cardella su Porsche 911 Sc di 3 Raggruppamento. La gara guidata con professionalità dal direttore di gara  Manlio Mancuso coadiuvato dall’esperto Marco Cascino ha subito alcune significative interruzioni tra le quali una dovuta ad un incendio di sterpaglie che ha costretto la direzione gara a neutralizzare la prova ed assegnare un tempo imposto agli equipaggi. Ad organizzare la competizione è stata la professionale scuderia Caltanissetta Corse del patron Peppe Lombardo con il patrocinio del Comune di Caltanissetta, degli Enti Locali e di un massiccio numero di imprenditori locali. Indispensabile è stato inoltre il supporto dell’Automobile Club di Caltanissetta e delle professionalità che hanno reso possibile l’organizzazione e la riuscita della competizione tra i quali il nisseno Giammarco Lumia, fresco di supporto alla recente Targa Florio. Quartier generale della manifestazione è stato il centro polivalente Michele Abbate che ha ospitato partenza, arrivo, segreteria e direzione di gara. L’appuntamento con il Rally di Caltanissetta è rinnovato al prossimo anno per l’edizione numero 20.