Rally di Alba, con Tanak al via una seconda WRC Plus: sarà affidata al giovane Oliver Solberg

Dopo aver confermato la presenza di Tanak, Hyundai conferma sempre più forte il proprio apprezzamento per le “piesse” albesi schierando al via il giovanissimo “figlio d’arte”

rally alba solberg tanak

Oliver Solberg, Hyundai i20 Coupe WRC, Portrait during Shakedown of Arctic Rally Finland 2021 - Photo Romain Thuillier worldwide copyright Hyundai Motorsport

É un raddoppio di alto profilo quello che Hyundai Motorsport mette sul tavolo di gioco del 15° Rally di Alba, un raddoppio che porterà al via della gara un altro “nome” altisonante tra quelli che corrono con i suoi colori nel Campionato del Mondo Rally 2021. Nella terza prova del Campionato Italiano WRC, gara valida anche per la Coppa Rally di Zona, organizzata da Cinzano Rally Team e che si correrà i prossimi 12 e 13 giugno, oltre alla presenza della Hyundai i20 Coupè WRC, di Ott Tanak e Martin Jarveoja, nell’evento #RAplus verrà schierata una seconda i20 WRC, che sarà portata in gara dal giovane (20 anni) Oliver Solberg, in coppia con Aaron Johnston.

Il figlio dell’indimenticato Petter, iridato nel 2003 e di Pernilla Walfridsson anche lei pilota negli anni novanta, quest’anno ha già corso in Italia in occasione del recente Rallye Sanremo con la Hyundai i20 R5 e con la presenza ad Alba si riconferma l’importante piano di lavoro di Hyundai Motorsport con i suoi piloti per metterli sempre più in condizione di competere al massimo nei loro appuntamenti iridati. “Il Rally di Alba sarà sicuramente molto emozionante per me – ha detto il giovane Oliver – è un evento fantastico che è diventato molto famoso nel corso degli anni, vi hanno partecipato grandi nomi e sono orgoglioso di farne parte anche io. Per me è una grande opportunità per fare esperienza con la i20 WRC su asfalto. Questa sarà la mia prima volta a bordo di una Plus in gara su questa superficie, quindi sarà molto emozionante e divertente”.

“Ho guardato alcuni “onboard” degli anni precedenti: le strade sembrano fantastiche – ha aggiunto il 20enne pilota Hyundai -. Il Rally di Alba non è un round del WRC, è un rally nazionale, quindi senza pressione per me ed è per questo che sarà bello cimentarsi in questa gara e acquisire esperienza. Voglio ringraziare Andrea Adamo e tutto il team per avermi dato questa grande opportunità, sarà una dura battaglia con Ott (Tanak), cercherò di imparare il più possibile”.