M-Sport e Ford insieme nell’era ibrida del WRC. L’obiettivo è “Tornare a vincere”

Anche M-Sport Ford conferma la partecipazione nel mondiale 2022 del WRC, stagione che vedrà l’ingresso dei motori ibridi e delle nuove Rally1

M-Sport Ford

Dopo Toyota e Hyundai anche M-Sport Ford conferma la partecipazione nel mondiale 2022 del WRC, stagione che vedrà l’ingresso dei motori ibridi e delle nuove Rally1. Questo nuovo impegno rafforza il rapporto di M-Sport con la casa dell’Ovale Blu, una partnership che ha ottenuto un notevole successo in oltre due decenni di partnership.

Dal 1997 M-Sport si è assicurata sette campionati del mondo, 61 vittorie, 262 podi e più di 1.500 vittorie di speciali, rendendo quella con Ford una delle partnership di maggior successo del motorsport con un record ininterrotto di 258 punti consecutivi. L’introduzione della tecnologia ibrida nel Campionato del mondo di rally FIA segna uno sviluppo fondamentale ai massimi livelli dello sport e M-Sport Ford rimane impegnata per ottenere i migliori risultati, salvaguardando i posti di lavoro e potenziando le competenze ingegneristiche presso la sede del team di Dovenby Hall.

“È sempre stato importante per il nostro sport essere al passo con i tempi e questo impegno per la tecnologia ibrida allinea il futuro dei rally con l’impegno globale di Ford verso un futuro più sostenibile – ha detto l’amministratore delegato di M-Sport, Malcolm Wilson -. Essendo il campionato più duro per le auto di serie, il FIA World Rally Championship è la piattaforma perfetta per testare, sviluppare e promuovere la più recente tecnologia per le auto di serie. È stato anche fondamentale per la continuazione della nostra partnership con Ford che garantisce anche il futuro di M-Sport nel WRC”.

“Negli ultimi due decenni – ha aggiunto Wilson – abbiamo offerto prestazioni fantastiche con alcune delle auto e dei piloti di maggior successo del campionato. Lavorando a stretto contatto con Ford Performance, è nostra intenzione continuare questo successo nel 2022. C’è ancora molta strada da fare, ma cercheremo di avere un altro pilota vincente, mentre il mondo si muove verso un futuro più sostenibile”.

“La transizione del WRC dai propulsori puri con motore a combustione interna alla tecnologia ibrida arriva in un momento opportuno per Ford – ha commentato il direttore globale di Ford Performance, Mark Rushbrook -. L’azienda si sta rapidamente muovendo verso un futuro elettrificato, sviluppando la tecnologia dei veicoli ibridi ed elettrici sia per le auto che per i veicoli commerciali. Guidare un’auto ibrida Rally1 la prossima stagione, ci consentirà di testare e dimostrare questa tecnologia nell’emozionante spettacolo che è il WRC, e non vediamo l’ora di mostrarti cosa può fare”.