WRC, cancellato il Rally di Germania. L’Italia anticipa ed evita la sovrapposizione con la Formula 1

A stoppare la gara le nuove disposizioni regionali in merito all’emergenza Covid-19

neuville tanak rally germania

Thierry Neuville, Hyundai i20 WRC - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Adesso è ufficiale, sono state confermate purtroppo, le voci che giravano da giorni riguardo il Rally di Germania WRC. La prova tedesca quest’anno non verrà disputata. A nulla è valsa la volontà degli organizzatori di voler disputare comunque la gara nella base militare di Baumholder. A stoppare la gara le nuove disposizioni regionali in merito all’emergenza Covid-19, che limita gli ingressi alle manifestazioni a 350 unità (compresi meccanici e piloti).

La motivazione principale dell’annullamento quindi, è ancora una volta l’emergenza Covid, che non sembra voler arretrare in Germania dove sono state imposte forte limitazioni agli eventi sportivi di massa. La gara si sarebbe dovuta svolgere a metà ottobre. Al contrario di quanto successo con altri rally, l’appuntamento tedesco non sarà sostituito con altri, dunque il mondiale 2020 WRC si disputerà su sette round.

IL RALLY ITALIA SARDEGNA ANTICIPA

Intanto il Rally Italia Sardegna cambia data e viene anticipato al weekend dell’8-11 ottobre, questo per evitare la sovrapposizione con il Gran Premio di Formula 1 dell’Emilia Romagna che si disputerà sul circuito di Imola.

“In Aci abbiamo lavorato molto per ridefinire le nuove date del Rally Italia Sardegna 2020 – ha spiegato il presidente di Aci Italia Angelo Sticchi Damiani -. Non è stato facile trovare le giornate giuste che potessero mettere insieme le esigenze di tutti gli stakeholder e che potessero funzionare bene per la regione Sardegna. In questo anno molto difficile Aci ha voluto, come già dimostrato con i GP di F1 di Monza, Mugello e Imola, tutelare il motorsport nazionale e internazionale confermando anche la nostra competizione. Ringrazio personalmente la regione Sardegna per il loro assoluto supporto per realizzare tutto questo”.