“El Matador” Carlos Sainz vince a 57 anni la sua terza Dakar

El Matador conquista la sua terza Dakar. “Dietro a questo successo ci sono tanti sforzi, tanto allenamento fisico e con il team”

carlos sainz dakar

Al-Attiyah Nasser (qat), Toyota Hilux, Toyota Gazoo Racing, Auto, Car, Peterhansel Stephane (fra), Mini John Cooper Works Buggy, Bahrain JCW X-Raid Team, Auto, Car congratulates Sainz Carlos (esp), Mini John Cooper Works Buggy, Bahrain JCW X-Raid Team, Auto, Car, portrait after his win at the arrival of the Dakar 2020, in Qiddiya, Saudi Arabia, on January 17, 2020 - Photo DPPI

“El Matador” Carlos Sainz vince a 57 anni suonati la sua terza Dakar. Dopo i trionfi del 2010 con la Volkswagen e nel 2018 con la Peugeot, il fuoriclasse madrileno si aggiudica anche l’edizione 2020, la prima in Arabia Saudita, al volante della Mini del team X-Raid.

Al via della 12esima e ultima tappa con oltre 10 minuti di vantaggio su Nasser Al-Attiyah e Stephane Peterhansel, Sainz è stato bravo a gestire la situazione e limitare i danni. A spuntarla nell’ultima prova di 429 chilometri, fra Haradh e Qiddiyah di cui 167 di speciale, è proprio il pilota qatariota della Toyota, che rifila 3 minuti e 56″ secondi a Sainz. Un distacco che però non basta a cambiare l’ordine della classifica generale. Sainz, che in questa edizione si è imposto in 4 tappe, chiude così al primo posto con 6 minuti 21 secondi sul rivale Al-Attiyah. A completare il podio con l’altra Mini il pluricampione Peterhansel (13 successi nel mitico rally), a 9 minuti e 58 secondi.

Sainz batte anche il proprio record come pilota più vecchio a vincere la Dakar e fra gli spagnoli solo Marc Coma vanta un maggior numero di successi (5) nel raid. Può dirsi soddisfatto della sua prima esperienza alla Dakar Fernando Alonso. Il due volte campione del mondo di Formula 1 ha portato a termine la sua partecipazione, chiudendo l’ultima tappa a 3’25” da Al-Attiyah.

“Sono molto, molto felice per tutto. Dietro a questo successo ci sono tanti sforzi, tanto allenamento fisico e con il team. Sono molto felice per Lucas Cruz, per la mia famiglia, per quelli che ci hanno sostenuto”, il commento a caldo di Sainz.

LA CLASSIFICA FINALE DELLA DAKAR 2020

sicilia vaccino covid