Ott Tanak in Spagna per scrivere la storia. É caccia al primo titolo WRC

L’estone ha dalla sua 28 punti di vantaggio dal rivale Ogier. Aperta anche la lotta per quanto riguarda i costruttori, con Toyota che ha ridotto il distacco da Hyundai a soli 8 punti

ott tanak wrc numeri

Ott Tanak, Toyota Gazoo Racing WRT - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

La vittoria in Spagna di questa settimana segnerebbe il primo titolo nel FIA World Rally Championship per Ott Tanak. L’estone però non rischierà troppo, avendo a disposizione anche l’ultimo round in Australia. Il pilota della Toyota Yaris ha un vantaggio di 28 punti sul rivale della Citroen Sébastien Ogier. Gli basterebbe portarlo a 30 e il titolo sarebbe matematicamente il suo.

Tanak ammette di avere sulle spalle tanta pressione, ma crede che sia maggiore sui suoi due rivali. Il sei volte campione Sébastien Ogier e il pilota della Hyundai Thierry Neuville. “Immagino che saranno puntati tutti su di me, ma allo stesso tempo Seb e Thierry devono impegnarsi a fondo”, ha detto l’estone. “Non c’è dubbio al riguardo da parte loro. Per me, non è necessario rischiare tutto. Se mi sentirò a mio agio con la macchina, allora spingerò al massimo. Faremo tutto il possibile. Se non basta, c’è ancora l’Australia”.

Tanak è in gran forma, lo dimostrano le cinque vittorie negli ultimi sette round. L’anno scorso il sogno mondiale si è spento quando si è schiantato contro un albero in Australia, questa volta non ha fatto capire che non lascerà nulla al caso. “Dal punto di vista personale, presterò molta attenzione e mi assicurerò di essere il più pronto e ben preparato possibile”, ha aggiunto Tanak.

Siamo obbligati a vincere se vogliamo mantenere vive le nostre speranze – ha ammesso invece il rivale Ogier -. Anche se le nostre possibilità di vincere il campionato sono pochissime, fino a quando la matematica non ci condanna, combatteremo”, ha aggiunto.

Aperta anche la lotta per la corona nel costruttori. Il vantaggio di Hyundai Motorsport sulla Toyota Gazoo Racing è sceso a otto punti e la squadra coreana ha bisogno di un vantaggio di 44 punti assicurarsi il titolo. Hyundai per farlo ha chiamato il suo nove volte campione Sébastien Loeb, sperando che il francese possa mostrare lo stesso ritmo che lo ha portato alla vittoria 12 mesi fa. Il rally con sede a Salou inizia venerdì mattina. Una giornata di prove sulla ghiaia, sarà seguita da due giorni di strade asfaltate, simili a un circuito. L’evento si chiuderà domenica pomeriggio dopo 17 tappe per un totale di 325.56 chilometri.

PROGRAMMA
Giovedì 24 Ottobre
09:01 – 13:00 – Shakedown 2,00 km
19:00 – Cerimonia di Partenza da Salou

Venerdì 25 Ottobre
09:23 – SS 1 Gandesa 1 7,00 km
10:03 – SS 2 Horta – Bot 1 19,00 km
11:13 – SS 3 La Fatarella – Vilalba 1 38,85 km
13:23 – Service A (PortAventura)
15:26 – SS 4 Gandesa 2 7,00 km
16:06 – SS 5 Horta – Bot 2 19,00 km
17:16 – SS 6 La Fatarella – Vilalba 2 38,85 km
19:51 – Service B (PortAventura)

Sabato 26 Ottobre
07:30 – Service C (PortAventura)
09:00 – SS 7 Savallà 1 14,08 km
09:41 – SS 8 Querol 1 21,26 km
10:38 – SS 9 El Montmell 1 24,40 km
12:10 – Service D (PortAventura)
14:01 – SS 10 Savallà 2 14,08 km
14:42 – SS 11 Querol 2 21,26 km
15:38 – SS 12 El Montmell 2 24,40 km
17:30 – SS 13 Salou 2,24 km
18:00 – Service E (PortAventura)

Domenica 27 Ottobre
06:45 – Service F (PortAventura)
07:41 – SS 14 Riudecanyes 1 16,35 km
08:38 – SS 15 La Mussara 1 20,72 km
09:48 – Service G (PortAventura)
10:54 – SS 16 Riudecanyes 2 16,35 km
12:18 – SS 17 La Mussara 2 [Power Stage] 20,72 km
13:41 – Service H (PortAventura)
14:01 – Cerimonia del podio finale da Salou