Raceday, al Valle Del Tevere Bostjan Avbelj sfiora la vittoria con la Skoda Fabia di MS Munaretto

0

Amaro in bocca per Hoelbling costretto ad alzare bandiera bianca a causa di una doppia foratura

Avbelj

Bostjan Avbelj e Damijan Andrejka su Skoda Fabia Rally2 al Rally Valle del Tevere - Foto Actualfoto

La prima uscita stagionale di MS Munaretto, sulla terra del Raceday Rally Terra per il 3° Rally Terra Valle del Tevere, si è conclusa con grande appagamento. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Stupisce con effetti speciali Bostjan Avbelj, con alle note il fedele Damijan Andrejka, capace di confezionare una gara sulla terra, fondo che incontrava per la seconda volta assoluta in carriera, pressoché perfetta. Lo sloveno, al volante di una Skoda Fabia R5 EVO, dopo aver preso le misure nelle prime due prove speciali del sabato, si è infatti lanciato senza remore all’inseguimenti dei diretti avversari, macinando a ripetizione tempi da podio e siglando gli ultimi due scratch, aggiudicandosi la classifica del Raceday e vedendo sfumare la vittoria assoluta per soli tre decimi.

Sugli sterrati toscani, “in sella” ad una Skoda Fabia R5 EVO, si è inserito nella battaglia per le posizioni di vertice anche Edoardo Bresolin, per l’occasione affiancato da Pietro Ometto. Il pilota di Marostica, impossibilitato ad esprimersi al meglio nelle prime fasi di gara, a causa della polvere incontrata in prova, ha costruito la propria rimonta nella giornata di domenica, aggiudicandosi uno scratch e due piazzamenti a podio, utili a farlo chiudere in terza posizione nel Raceday.

Gara in chiaro-scuro per il veronese Luca Hoelbling, su Skoda Fabia R5 EVO e con Justin Bardini alle note, partito bene il sabato riuscendo ad attestarsi saldamente nella top-ten, limitando i danni causati dalla grande quantità di polvere alzata dagli equipaggi che lo precedevano, per poi vedersi costretto al ritiro in seguito ad una sbavatura sulla PS5 ed una doppia foratura nella penultima “speciale” della manifestazione.

Oltre confine, tra i cordoli del Grobnik Circuit di Rijeka, per l’evento targato Rally in Circuit, si sono fatti valere Ludwig Zigliani e Giuseppe Rota, giunti al termine della gara, con una Renault Clio S1600, ad un passo dal podio nell’assoluta.