Revival Rally Club Valpantena, ecco l’elenco iscritti dell’edizione 2022

Valpatena

Rally Valpatena

Un parterre di livello, auto fantastiche, piloti che hanno scritto pagine di storia della disciplina. Parte con 168 vetture (Leggi qui l’elenco iscritti del Valpantena 2022) il 20° Revival Rally Club Valpantena, la regolarità sport numero 1 in Italia organizzata dal Rally Club Valpantena che da giovedì 10 novembre a sabato 12 novembre riaccenderà il sacro fuoco dei rally veri, quelli dell’epoca d’oro, quelli degli anni Settanta e Ottanta. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

A fare tra traino a questa edizione del ventennale, tante novità. In primis i big che non hanno voluto mancare, con in testa Walter Röhrl (Campione del Mondo Rally 1980, 1982) in gara con una Opel Ascona A navigato da Alessandro Carenini. Un binomio quello Rohrl-Carenini che ha segnato una lunga parte della carriera del pilota tedesco che con il marchio Opel e il preparatore veneto ha realizzato imprese degne di essere ricordate per sempre.

Torna al Valpantena, dopo anni, anche Miki Biasion (Campione del Mondo Rally 1988, 1989), ultimo italiano a fregiarsi della corona d’alloro del WRC che nel 1983, quando il Rally Club Valpantena iniziò la sua storia, fu il tesserato numero 1 in una stagione che lo consacrò come uno dei talenti di maggiore rilievo nella storia del rallysmo tricolore. Biasion sarà al Valpantena con una Lancia Delta navigato dalla figlia Betty.

Presente a questa kermesse anche Franco Cunico, navigato da Mattia Zambelli, con la Ritmo Abarth 75 Gr.2 di Stefano Menegolli in livrea Oliofiat. Un connubio, quello della “75” e Cunico, che trae origine dalla stagione 1982 del pilota vicentino quando guidò questa macchina in alcune apparizioni tricolori. Pluricampione italiano e non solo, Cunico ha costruito poi la sua fama con il marchio Ford con cui ha vinto in lungo ed in largo in Italia e all’estero, conquistando il sostegno degli appassionati e il soprannome di “Jimmy il Fenomeno”.

Altra presenza di spicco quella di “Tony” Fassina. Nell’anno in cui il Revival Rally Club Valpantena ha deciso di inserire il Tributo Lancia Stratos, il pilota trevigiano non poteva certo mancare. Proprio lui che nel 1979 vinse il Rallye Sanremo mondiale da pilota privato con la iconica vettura di casa Lancia. Insieme a Marco Verdelli aprirà il tributo che, grazie al lavoro del comitato organizzatore e all’affetto dei tanti piloti e collezionisti, conterà ben 8 Lancia Stratos. Un record.

Infine, debutta come concorrente al Valpantena anche Umberto Scandola, Campione Italiano Rally 2013. Il pilota di Erbezzo ha scelto una BMW M3 dell’amico Mirko Tacchella per il suo esordio nell’evento del Rally Club Valpatena. Da sempre vicino al gruppo organizzatore, Scandola aveva preso parte come guest driver in più di un’occasione ma mai aveva partecipato all’evento nella sua interezza. Sarà navigato da Alessandro Campedelli.

La lista degli iscritti poi, è davvero lunga e succosa. Come di consueto sono rappresentati tutti i marchi storici del rallysmo internazionale: Fiat, Abarth, Opel, BMW, Audi, Renault, Lancia, Mercedes, Porsche, Ford, Alfa Romeo, Ferrari, Toyota. Un parterre di vetture da sogno, molte originali, altre replica, che faranno palpitare il cuore degli appassionati. Alcune di queste, come la Ford Sierra in livrea Bastos di Maurizio Colpani che corse e vinse con Patrick Snijers, vantano un passato storico che sarà interessante scoprire anche parlando direttamente con i proprietari.

L’evento prenderà simbolicamente il via giovedì 10 dalle ore 15:00 alla Alberti Lamiere di Lugo di Grezzana, dove fino alle ore 22:00 ed oltre le vetture e gli equipaggi dovranno presenziare alle verifiche sportive e tecniche e sarà allestita una festa di presentazione del 20° anniversario. L’evento sportivo inizierà poi alle 9:00 di venerdì 11 novembre con la partenza da Piazza Ballini a Grezzana per concludersi sempre in questa location sabato 12 novembre alle 15:11. La prima giornata vedrà in programma sei prove cronometrate: “Paravanto” lungo il Vajo della Pissarotta con discesa da Roverè Veronese, “Velo Veronese” sulle strade intorno al Monte Purga, “Gardun” con partenza da Velo ed arrivo a Loc. Masetto di Camposilvano passando dalla celebre arena naturale di San Francesco. Tutte e tre le prove saranno percorse per due giri, con pausa di metà giornata alla Just Academy di Stallavena e chiusura della prima frazione prima in Villa Arvedi a Grezzana e poi alle Cantine Bertani per il riordino notturno. Sabato seconda giornata con due giri sulla “Alcenago” e sulla “Pernisa” tra Lugo e Rosaro passando per Praole. Sabato la sosta di metà tappa sarà a Villa Ca’ Vendri, a Verona.