I rallysti non mollano mai! Lappi racconta il “pazzo” podio della Finlandia

Lappi, che in questa stagione condividerà la sua vettura GR Yaris con Sébastien Ogier, rimarrà in macchina per i prossimi due round in Belgio e Grecia

Lappi

Esapekka Lappi e Janne Ferm su Toyota GR Yaris all'arrivo del Secto Rally Finland

Esapekka Lappi ha ammesso che il Secto Rally Finland della scorsa settimana è stato uno dei podi più guadagnati della sua carriera.

Cinque anni fa l’uomo della Toyota era sul gradino più alto del podio come vincitore del rally. La scorsa settimana era sotto di due gradini, ma felice di essere tra i primi tre dopo un ottavo round ricco di azione del WRC.

“È stato un po’ folle-, ha detto Lappi-. All’inizio eravamo vicini ed eravamo in lotta, ma poi sabato è successo di tutto, prima con la pietra che ha danneggiato il vetro. Era difficile da guidare e a volte era come uno specchio: il sole mi veniva dritto in faccia. La cosa principale allora era salire sul podio e questo sembrava a posto fino a quando non siamo rotolati [nella penultima tappa di Oittila]. Avevo controllato questa curva al primo passaggio e sentivo che c’era spazio per correre largo, per usare l’uscita. Ma quando sono arrivato lì, c’era un solco prima del fosso. Abbiamo girato tre volte: è stata una grande sorpresa”.

Lappi e il copilota Janne Ferm hanno lavorato per riportare l’acqua nel radiatore prima di superare la tappa per finire al terzo posto assoluto.

“Il radiatore aveva delle perdite-, ha spiegato Lappi-, e c’era del liquido del servosterzo sul parabrezza. Non è stato facile, soprattutto nei salti: non avevamo né vetro, né tetto. Janne doveva gridarmi le note sul ritmo e non riuscivo a sentire a causa del rumore del vento. È stata veramente dura. Abbiamo lavorato così tanto per questo, il test è andato bene, poi ho lavorato molto con i video tutta la notte. Ci siamo impegnati molto e per fortuna abbiamo raggiunto il traguardo e il podio. Forse c’è stata troppa azione in questa manifestazione”.

Lappi, che in questa stagione condividerà la sua vettura GR Yaris con Sébastien Ogier, rimarrà in macchina per i prossimi due round in Belgio e Grecia

Il finlandese ha saltato l’Ypres Rally Belgium della scorsa stagione, ma ci è già stato prima, gareggiando sul famoso asfalto dell’Europa centrale nella sua stagione vincitrice del titolo ERC con Škoda nel 2014.