Nasce il FIA Global Rally Ranking: ecco la classifica per piloti e co-piloti

Come avviene in altri sport, tipo tennis e golf, non ci sarà un vincitore, ma una nuova classifica ogni settimana

FIA Global Rally Ranking

La FIA ha annunciato qualche giorno fa il lancio del FIA Global Rally Ranking, un progetto sostenuto dal FIA Innovation Fund. Novità per il 2022, con una pubblicazione nel primo trimestre dell’anno, il FIA Global Rally Ranking confronterà i risultati di piloti e co-piloti su eventi a livello internazionale, regionale e nazionale che competono con auto dalla piramide FIA Rally Cars, che rafforzerà i collegamenti all’interno della comunità rally in tutto il mondo.

Piloti e co-piloti saranno classificati utilizzando una formula di calcolo basata su un sistema di coefficienti di campionato, che tiene conto anche dei punti di posizione globale e dei punti di classe legati al numero di partenti per evento. Come avviene in altri sport, tipo tennis e golf, non ci sarà un vincitore, ma una nuova classifica ogni settimana. Il FIA Global Rally Ranking sarà pubblicato alle 18 ogni mercoledì su FIA.com con piloti e co-piloti che lottano per raggiungere e rimanere in vetta.

I risultati dei rally registrati sul calendario internazionale FIA che si svolgono dal 15 ottobre 2021, e gli eventi nazionali dal 1 gennaio 2022, saranno inclusi nel calcolo de Ranking. I risultati di un rally ammissibile sono presi in considerazione durante i 365 giorni successivi alla pubblicazione della classifica ufficiale. Solo i migliori 12 risultati di un pilota e co-pilota saranno considerati durante un periodo di 365 giorni.

Le ASN possono designare fino a due campionati nazionali secondo i criteri di ammissibilità dettagliati nel regolamento FIA Global Rally Ranking 10 giorni prima dello svolgimento di un evento. Si riservano anche il diritto per un campionato nazionale di non essere più incluso nel FIA Global Rally Ranking con un preavviso di 90 giorni. Piloti e co-piloti hanno anche il diritto di non essere elencati. Da invisibili in graduatoria, continueranno comunque a prendere punti.

“Il FIA Global Rally Ranking fornirà una grande opportunità per evidenziare i risultati di tutti i piloti e co-piloti ammissibili, ma anche per mettere in mostra gli eventi su base mondiale – ha spiegato Yves Matton, direttore FIA Rally -. È stata lunga creare collegamenti tangibili all’interno della famiglia rally FIA a livello internazionale, regionale e nazionale, in particolare quando si considera la maggior parte delle vetture sono ammissibili a tutti i livelli, come le Rally2. Inoltre, molti piloti gareggiano in più campionati, mentre il rally è uno dei pochi sport in cui è possibile per gli equipaggi amatoriali competere negli stessi eventi dei loro idoli”.

“Con il lancio del Ranking, stiamo anche rafforzando la FIA Rally Sporting Pyramid e la FIA Rally Cars Pyramid, che forniscono una chiara scala di progressione dalla base alla cima dello sport – ha aggiunto Matton -. Con i campionati FIA e i suoi eventi che ricevono una maggiore ponderazione dei punti, speriamo che più piloti e co-piloti competano all’interno del quadro FIA, che lo facciano più spesso e che più organizzatori di rally prendano in considerazione l’organizzazione di eventi FIA”.

“Alla base del FIA Global Rally Ranking c’è un sistema software su misura che non solo calcola i risultati con assoluta precisione, ma garantisce che le classifiche siano presentate in tempo ogni settimana utilizzando una piattaforma che è totalmente affidabile e facile da capire. Il sostegno del FIA Innovation Fund è stato fondamentale nella realizzazione di questo progetto”. Il primo FIA Global Rally Ranking sarà pubblicato nel primo trimestre del 2022. Cliccate qui per visualizzare il regolamento della classifica.

Il dettaglio della Piramide FIA Rally:

  • Rally 5 – gruppo alla base della piramide, è la classe di accesso a due ruote motrici che andrà ad inglobare le attuali R1 (regolamento tecnico 2019). Con un rapporto peso potenza di 6,4 Kg per HP.
  • Rally 4 – gruppo definito di performance per le 2 ruote motrici, ingloberà le R2 (regolamento tecnico 2019), vetture che oggi hanno superato le R3. Rapporto peso potenza 5,1 Kg / HP.
  • Rally 3 – gruppo pensato come livello di accesso al pianeta quattro ruote motrici, ed è ad oggi una incognita, come le vetture che andrà ad inglobare. Il rapporto previsto è di 5,6 Kg/HP.
  • Rally 2 – gruppo riservato alle vetture a trazione integrale di livello performance, ovvero le vetture R5 stabili nel regolamento dal 2013. Il rapporto peso potenza minimo è fissato a 4,2 Kg/HP.
  • Rally 1 – gruppo che risponde alla definizione elite e comprende le WRC Plus e le future WRC Hybrid, ovvero le vetture di riferimento del mondiale rally. Rapporto prestazionale di 3,1 Kg/HP.