Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono a Verona e sono i Campioni Italiani Rally 2021

Impeccabile prestazione del pilota trevigiano che regola sul traguardo un ottimo Stefano Albertini e un positivo Tommaso Ciuffi

giandomenico basso campioni italiani

Il podio del Rally Due Valli 2021

Successo meritato al 39° Rally Due Valli per Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (Skoda Fabia R5 Evo/Movisport). Il pilota di Cavaso del Tomba ha suggellato con questa prima affermazione nella gara organizzata dall’Automobile Club Verona e Aci Verona Sport, il quarto titolo tricolore in carriera.

Fin dalla prima prova speciale, la “Up Rent Grezzana” Power Stage era chiaro che Basso aveva nel mirino il successo nella gara scaligera, ma di certo non si sarebbe aspettato di chiudere i giochi per il tricolore all’ombra dell’Arena. Nel corso della giornata di sabato, sulle tre prove “Tomasi Auto Ca’ del Diaolo”, “Aleph San Francesco” e “Banca Valsabbina Orsara”, Basso ha avuto la meglio su un ottimo Stefano Albertini, navigato da Danilo Fappani (Skoda Fabia R5 Evo/BS Sport) che ha dominato la prima parte della gara ma ha poi corso con strategia puntando al successo nel Campionato Italiano Rally Asfalto, conclusosi a Verona. Il bresciano ha chiuso secondo a 7 secondi, ma con soddisfazione.

La chiave di volta della gara, che ne ha cambiato le alchimie, sono state la PS3 e la PS4. Sulla prima è uscito di scena Fabio Andolfi, primo inseguitore di Basso per il titolo, a causa di una toccata che ha staccato la posteriore sinistra. Il savonese, navigato da Stefano Savoia su Skoda Fabia R5 (Gass Racing) non ha potuto far altro che ritirarsi. Sulla speciale successiva Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto (Hyundai i20 N Rally2/Movisport), che stavano cercando di assottigliare il distacco dai primi due, sono usciti di strada senza conseguenze per l’equipaggio. A quel punto Basso ha capito che poteva conquistare lo scettro a Verona e così ha fatto, festeggiando sulla stupenda pedana d’arrivo di Piazza Bra.

Al terzo posto è così salito Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella (Skoda Fabia R5 Evo/Squadra Corse Angelo Caffi) che ha conquistato un podio importante anche alla luce dei suoi progetti futuri del tricolore rally. Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone (Citroen C3 R5/Meteco Corse) sono stati quarti, mentre al quinto posto hanno chiuso Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini (Volkswagen Polo GTi R5/Movisport) che hanno recriminato per un problema alla pompa dei freni quando erano in aria di podio. Ottima prova chiudendo con il sesto posto per il principe Albert Von Thurn Un Taxis, su Volkswagen Polo, autore di una bella gare. Settimo posto ed alla sua migliore prestazione stagionale ha concluso Alessio Profeta in coppia con Sergio Raccuia anche loro Fabia, come buone anche le prove di Antonio Rusce in coppia con Giulia Paganoni su una Skoda Fabia R5, di Alberto Dall’Era insieme a Roberto Mometti, Polo R5, e di “Dedo” in coppia con Nicolò Salgaro su Polo.

Da sottolineare anche l’undicesimo posto assoluto di Andrea Mabellini e Virginia Renzi, con una Renault Clio R4, mentre tra gli iscritti al Campionato Italiano Due Ruote Motrici la vittoria in gara è stata di Christopher Lucchesi Junior, navigato dalla mamma Titti Ghilardi, mentre il titolo è andato a i fratelli siciliani Nucita, Peugeot 208 Rally4, qui assenti. In gara ha chiuso al secondo posto il pistoiese Daniele Campanaro, con alla destra Irene Porcu, sulla Ford Fiesta, mentre al terzo il vicentino Nicola Cazzaro, in tandem con Giovanni Brunaporto su un’altra R2 del Leone.

Altra soddisfazione nella corsa per il titolo tricolore R1 con il dominio di Davide Nicelli e Tiziano Pieri su Renault Clio RS dall’inizio alla fine, ma ad aggiudicarsi il Campionato Italiano R1 sono Simone Goldoni e Eric Macori, già vincitori del Suzuki Rally Cup. Successo nel trofeo Suzuki Italia invece per Giorgio Fichera davanti al giovane Igor Iani in una bella lotta su Swift Hybrid.

Vittoria nella GR Yaris Rally Cup per un ottimo Marco Gianesini, navigato da Sabrina Fay, che proprio nel finale hanno piazzato la zampata vincente precedendo di solo mezzo secondo Federico Romagnoli e Lisa Bollito, suggellando un bel successo nel primo monomarca al mondo dedicato alle Toyota Yaris GR. Primi dei veronesi Cristian Dal Castello e Loredana Marsha Zanet (Ford Fiesta 1.0 L ST/ASD Verona Corse) che si sono piazzati al diciassettesimo posto assoluto e secondi di classe R2B dopo una gara sicuramente positiva.

“Anche quest’anno il Rally Due Valli ha confermato di meritare a pieno titolo il Campionato Italiano Rally Sparco – ha commentato con soddisfazione all’arrivo il presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso – è una gara importante e selettiva, ha fatto la differenza e ancora una volta è stata decisiva per la stagione. Cerchiamo di fare sempre meglio, insieme ai ragazzi di Aci Verona Sport, a tutto lo staff dell’Automobile Club, ai nostri partners e ai tanti volontari, ma abbiamo aggiunto anche quest’anno un importante tassello alla storia dell’evento. L’anno prossimo festeggeremo i cinquant’anni dalla prima edizione del 1972 e disputeremo la 40esima edizione, quindi l’augurio che faccio a tutti gli appassionati è di poterli riavere in prova speciale senza limitazioni”.

CLASSIFICA ASSOLUTA 39. Rally Due Valli: 1. Basso-Granai (Skoda Fabia) in 1:02’04.0; 2. Albertini-Fappani (Skoda Fabia) a 7.0; 3. Ciuffi-Gonella (Skoda Fabia Evo) a 38.7; 4. De Tommaso-Ascalone (Citroen C3) a 59; 5. Scattolon-Bernacchini (VW Polo) a 2’14.0; 6. Von Thurn und Taxis-Bernhard (Volkswagen Polo) a 2’18.2; 7. Profeta-Raccuia (Skoda Fabia Evo 2) a 2’28.4; 8. Rusce-Paganoni (Skoda Fabia Evo 2) a 2’49.4; 9. Dall’Era-Mometti (Skoda Fabia) a 3’25.8; Dedo-Salgaro (Renault Clio N5) a 5’14.1

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR SPARCO: 1. Basso 111pt; 2. Andolfi 75,50pt; 3. Crugnola 67,50pt; 4. Albertini 66pt; 5. Breen 57,50pt; De Tommaso 38pt; Ciuffi 37pt

CLASSIFICA CIR ASFALTO: 1. Albertini 92pt; 2. Andolfi 84,50pt; 3. Scattolon 76pt; 3. 4. De Tommaso 76pt; 5. Ciuffi 75pt; Scattolon 74pt

CLASSIFICA CIR COSTRUTTORI: 1.Skoda 193,50pt; 2.Hyundai 110,50pt; 3.Volkwagen 51,00pt; 4.Citroen 34,50pt.

CLASSIFICA CIR 2 RUOTE MOTRICI: 1.Nucita 61,5pt; 2.Lucchesi Jr. 59,5pt

CLASSICA CIR COSTRUTTORI 2 RUOTE MOTRICI: 1.Peugeot 177 pt; 2.Ford 143pt; 3.Renault 139,50pt

  • giandomenico basso campioni italiani