Retro Classics Stoccarda con MilanoAutoClassica per il quarto anno consecutivo

Si rafforza la sinergia tra la più grande mostra al mondo di auto classiche e l’atteso appuntamento europeo con il motorismo classico e sportivo

retro classics stoccarda MilanoAutoClassica

Anche quest’anno Retro Classics Stoccarda ha scelto il palcoscenico di MilanoAutoClassica per incontrare i suoi più importanti espositori e collezionisti tedeschi. Da circa cinque lustri Karl Ulrich Herrmann ed il suo team di Retro Messen, si dedicano alla conservazione e cura del patrimonio culturale dell’auto storica con passione e competenza e, uno dei più rinomati eventi europei nel panorama internazionale d’auto d’epoca, Retro Classics Stoccarda, ha deciso di rafforzare la sinergia con MilanoAutoClassica partecipando attivamente, per la quarta edizione consecutiva.

“Da quattro anni crediamo fortemente nella sinergia che ci lega a MilanoAutoClassica, nel cuore più elegante dell’automobilismo classico e sportivo dove ci sentiamo di casa e partner espositivi” – racconta il Ceo Andreas Herrmann.

Nel Padiglione 13 del Quartiere Fieristico di Rho, Retro Classics Stoccarda esibisce una selezione di interessanti veicoli del partner OM Automobile Oliver Reger, svelando così, in anteprima, un piccolo estratto di ciò che verrà esposto a Retro Classics Bavaria dal 3 al 5 dicembre 2021 e a Retro Classics Stoccarda dal 17 al 20 marzo 2022. Dai veicoli più rappresentativi della storia dell’automobilismo, ai modelli più giovani e i Neo Classics che confermano un trend di mercato in evoluzione già da tempo con un crescente interesse verso le cosiddette neoclassiche, auto che non hanno ancora raggiunto i vent’anni di età, l’esposizione coinvolge anche le corse Sim, perché la passione si intreccia con il bello in un’offerta variegata per ogni gusto ed aspettativa.

Tra i modelli in esposizione un’Alfa Giulia SS 1600 del 1965 prodotta in soli 1.200 esemplari, una Citroen DS 21 Chapron restaurata completamente in Germania, una Lamborghini Huracan del 2017 super leggera e super performante con i suoi 640 cavalli di grinta e soli 2.500 chilometri di percorrenza; ben tre modelli Porsche di cui due Porsche 911 – una 2.0 S SWB Softwindow Targa prodotta nel 1968 in solo 447 esemplari e una 2.2 T Karmann Coupe, classe 1970, in un raro colore blu pastello – e una Porsche 964 Classic project di OM Automobile GmbH completamente restaurata. Completano la rassegna una rara Mercedes 220 Cabrio del 1955, la iconica prima 6 cilindri del dopo guerra restaurata e sempre conservata in Germania e una Bmw Z8 del 2000, silver con interni bicolore rosso-nero con soli 9.000 chilometri di percorrenza.