Rally del Friuli, Crugnola il più veloce nello shakedown

Domani saranno 6 le prove cronometrate, per un totale di 98,14 chilometri.

Friuli

Andrea Crugnola e Gabriele Zanni- Rally del Friuli 2021

Il Rally del Friuli Venezia Giulia ha lanciato ufficialmente la quinta sfida per il Campionato Italiano WRC. Ha preso il via alle ore 20.01 da Cividale del Friuli la cinquantaseiesima edizione della gara organizzata dalla Scuderia Friuli ACU. Appuntamento che offre punti pesanti per il tricolore in vista delle ultime due tappe stagionali e ha validità anche come quarto round della Coppa Rally di quarta Zona Aci Sport.

Nella mattinata è andato in scena lo shakedown, in zona Cialla, su 2,7 chilometri di asfalto utili agli equipaggi per affinare il setup, studiare i tornanti ruvidi e i cambi di pendenza delle Alpi Orientali. Test preparativi, senza risultati utili ai fini della classifica, nei quali si è subito messa in evidenza la nuovissima Hyundai i20 N Rally2 guidata dal Campione d’Italia Assoluto Andrea Crugnola, per l’occasione navigato da Gabriele Zanni, presente da outsider nel CIWRC proprio per portare al debutto italiano la coreana. Poco distante, 1 secondo dietro, la i20 R5 nella versione precedente di Luca Rossetti. Il driver di Pordenone navigato da Manuel Fenoli è sembrato subito in confidenza sulle strade di casa e sarà sicuramente tra i più attesi, come il leader del Campionato Andrea Carella, in coppia con Elia De Guio su Skoda Fabia R5, che ha fermato il suo tempo ad appena 2 decimi dal rivale nel tricolore. I protagonisti sicuramente non mancano considerato il lungo elenco partenti da 106 vetture moderne ed un totale di 165 vetture, con l’aggiunta dei partecipanti al 25° Rally Alpi Orientali, gara valida per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche che si svolgerà alla domenica sullo stesso percorso.

Riflettori accesi nella serata di Cividale del Friuli, tornata fulcro dell’evento a distanza di tre anni, per una passerella che ha aperto la manifestazione ma ha rimandato le ostilità al sabato sulle 6 prove speciali segnate nella tabella. Sono previsti tre diversi tratti, da affrontare due volte ciascuno, per un totale di 98,14 chilometri cronometrati immersi in un itinerario da 274,44 chilometri di percorso complessivo; prove classiche come la più lunga “Mersino”, con i suoi 20,93 chilometri (PS1 ore 9.09 e PS4 13.45), la celebre inversione su “Trivio-Prepotto” (14,83km, PS2 ore 10.11 e PS5 16.31) e la conclusiva “Drenchia” (13,31km PS3 12.56 e PS6 17.18) prima dell’arrivo previsto dalle ore 18 sempre nella cittadina in provincia di Udine.

Anche per questo appuntamento del rallismo tricolore, Aci Sport TV ha previsto una serie di dirette disponibili sul canale 228 di Sky e visibili da qualsiasi device attraverso il sito www.acisport.it ed i canali Facebook ufficiali.