Test con la nuova Clio Rally5 per il giovane Mattia Zanin in Friuli

Dopo la terra del Valtiberina, per il 20enne di Conegliano è tempo di testare sull’asfalto friulano la Renault Clio Rally5

Mattia Zanin Friuli

Mattia Zanin con la Renault Clio Rally5 “griffata” NDM Tecno

Non conosce sosta la programmazione sportiva di NDM Tecno, pronta a lanciarsi in una nuova sfida, quella proposta dal 56° Rally del Friuli Venezia Giulia, in programma venerdì 20 e sabato 21 agosto con base a Cividale del Friuli e valida per il Campionato Italiano Rally WRC. Il team di Massarosa, nella prestigiosa gara friulana, scenderà in campo per svolgere un probante test con la Renault Clio Rally5, gestita in campo gara per conto di MC Racing e con al volante Mattia Zanin. Il 20enne di Conegliano è reduce da un ottimo “Città di Arezzo”, prima occasione di collaborazione con la squadra capitanata da Leonardo Bertolucci, e sfrutterà la gara proposta nelle valli del Natisone per approfondire la partnership tecnica con il nuovo team, in vista del finale di stagione nel CIR R1, a partire dal 44° Rally 1000 Miglia. Alle note del portacolori di Vimotorsport tornerà Fabio Pizzol, suo abituale navigatore.

“Nuova gara, nuove sfide, nuove emozioni – le parole di Leonardo Bertolucci, titolare di NDM Tecno – Dopo un’estate ‘a tutta terra’, nel contesto del Campionato Italiano Rally Terra, ritroviamo l’asfalto, anche per preparare al meglio gli appuntamenti tricolori di fine stagione. Sarà un’ottima occasione per conoscerci meglio con Mattia Zanin, dopo l’eccellente debutto con la nostra squadra. Ci aspettano due giorni intensi, ci sono molte soluzioni da provare sulla Clio Rally5, ma non sono certo queste le sfide che ci fanno paura. Siamo carichi come sempre, pronti a dimostrare il nostro valore sul campo”.

“La prima, insieme a NDM Tecno, è andata oltre le più rosee aspettative, ed abbiamo deciso di presenziare in Friuli per conoscerci meglio e riprendere confidenza con l’asfalto, in vista del 1000 Miglia. Abbiamo un programma di lavoro intenso, vogliamo valutare in gara diverse scelte di assetto e non c’era miglior occasione di questa. Saremo da soli in classe, ma non sarà certamente questo fatto a limitarci. Cercheremo di spingere in alto tra le due ruote motrici la nostra Clio Rally5, rimanendo comunque focalizzati sull’utilizzare questo rally come test”.

Il Rally del Friuli Venezia Giulia dopo lo shakedown di oggi, alle 18 vedrà la cerimonia di partenza, a Cividale del Friuli, a partire dalle 20:01. Le sfide cronometrate saranno tutte concentrate l’indomani, sabato 21: i concorrenti affronteranno tre grandi classiche del rally friulano, le prove speciali di “Mersino” (20,93 chilometri), “Trivio” (14,83 chilometri) e “Drenchia” (13,31 chilometri), tutte da ripetersi due volte, per un totale di 6 tratti cronometrati e 98,14 chilometri di agonismo, su un percorso globale di 273,73 chilometri. Le vetture faranno ritorno a Cividale del Friuli per l’arrivo finale, con la bandiera a scacchi che sventolerà dalle 18.