GR Yaris Rally Cup, che lotta per la prima a Roma: in testa Alex Ciardi

Bilancio del primo loop per i trofeisti del GR Yaris Rally Cup dove Ciardi è davanti a Bondioni e l’under Romagnoli

GR Yaris Rally Cup

Alessandro Ciardi e Alessandro Tondini - Emmeci Motorsport

Dopo l’avvio entusiasmante di ieri sera con la “piesse” di Caracalla, vinta dal valtellinese Marco Gianesini sul toscano di Pistoia Alex Ciardi (a 05”) e sul bresciano Ilario Bondioni (a 2”2), il GR Yaris Rally Cup ha ripreso i duelli stamane. Subito si è registrato uno scossone ai vertici della classifica: Ciardi ha siglato il miglior tempo sulla prima prova, cercando il primo allungo sugli avversari. Il pistoiese ha staccato Paleari a 4,7 e 5 secondi netti a Grossi. Attardato Gianesini.

Si è passati poi sulla PS 3, la “Rocco Santo Stefano” che ha registrato un pari tempo tra il giovane novarese Federico Romagnoli ed il finlandese Markus Manninen (13’04”3). Ciardi ha subìto con 10 secondi ma resiste al comando, con soli 9 decimi su Bondioni e 5,7 secondi su Romagnoli.

La prova speciale numero 4 vede la reazione di Alex Ciardi. Il pistoiese torna in cattedra con 3,6 secondi su Grossi e 4,2 secondi su Bondioni. Ciardi veleggia dunque al comando adesso con un margine più ampio che non dopo la prova precedente. Bondioni infati è secondo allontanatosi a 5,1 secondi. Terzo gradino del podio provvisorio per il giovane “under 23” Federico Romagnoli a 12,9 secondi, tallonato dall’altro “under” Angelo Grossi, il figlio dell’indimenticato “Pucci”, a 14,5 secondi dal vertice. Chiude la top five il finlandese Manninen a 23”1, al suo primo impegno in Italia.

GR Yaris Rally Cup dopo la PS Affile-Bellegra 1:  1. CIARDI-TONDINI (Toyota Yaris) in 26’12.9; 2. BONDIONI-D’AMOBROSIO (Toyota Yaris) a 5.1; 3. ROMAGNOLI-RUBINELLI (Toyota Yaris) a 12.9; 4. GROSSI-CARDINALI (Toyota Yaris) a 14.5; 5. MANNINEN-SILLANPAA (Toyota Yaris) a 23.1; 6. PALEARI HENSSLER-BOZZO (Toyota Yaris) a 23.3; 7. RIVIA-FRIGERIO (Toyota Yaris) a 43.5; 8. GIANESINI-BERGONZI (Toyota Yaris) a 44.2; 9. REGINATO-SIMONI (Toyota Yaris) a 56.5; 10. DE ANTONI-MUSIARI (Toyota Yaris) a 57.7; 11. MARCUCCI-BALDACCI (Toyota Yaris) a 1’57.8; 12. PIROLA-ORAZI (Fiat 500 Twin Air Hycrid) a 4’16.5; 13. CENTONZE-ROSA (Grande Punto Abarth) a 4’54.6; 14. LIMONCELLI-D’AMORE (Dr1 SR) a 5’04.3; 15. BRUNO-MENERELLA (Citroen Saxo VTS) a 6’45.5; 16. BORTOT-CROCE (Dr1 SR) a 10’48.5; 17. NOGHERA-LAZZARINI (Dr1 SR) a 11’41.6