Eurosport Events passa il testimone: dal 2022 l’ERC sarà gestito da WRC Promoter

Il passaggio di testimone risponde alla richiesta della FIA che, vuole unificare la gestione dei massimi campionato di rally al mondo

Eurosport Events erc wrc promoter

Flag ERC during the 2021 FIA ERC Rally Poland, 1st round of the 2021 FIA European Rally Championship, from June 18 to 20, 2021 in Mikolajki, Poland - Photo Bastien Roux / DPPI

Eurosport Events, promotore del FIA European Rally Championship dal 2013, si prepara a scrivere il prossimo entusiasmante capitolo nella storia dell’ERC, dando priorità ed attenzione alle categorie GT e Turismo elettriche della FIA, oltre a promuovere il WTCR – FIA World Touring Car Cup. Consapevole di aver raggiunto con successo il suo obiettivo, l’ultimo anno di contratto con l’organo mondiale del motorsport, la FIA, passa ora la palla a WRC Promoter, che assumerà la gestione del campionato europeo dalla stagione 2022. Il passaggio di testimone risponde alla richiesta della FIA che, vuole unificare la gestione dei massimi campionato di rally al mondo. Durante il mandato di Eurosport Events come promotore del campionato europeo, sei piloti con esperienza ERC sono andati a vincere gare WRC, mentre 11 si sono aggiudicati titoli nell’ambito del Campionato del Mondo Rally.

“Siamo orgogliosi di passare il testimone a WRC Promoter ha detto François Ribeiro, responsabile di Eurosport Events -. Dal 2013, Eurosport Events ha collaborato con la FIA per costruire una stretta collaborazione con i nostri clienti ERC, vale a dire i rally, i team, i piloti, i partner e le emittenti. È un grande merito della leadership di Jean-Baptiste Ley che l’ERC raggiungerà probabilmente 150 iscritti alla fine della stagione 2021, mai così tanti dal 2013″.

“Fin dal nostro primo passo nei rally – ha aggiunto Ribeiro – è stato incredibile vedere giovani talenti come Mikkelsen, Neuville, Meeke, Lappi, Breen, Kopecký, Gryazin, Huttunen e, più recentemente, Oliver Solberg passare al WRC e diventare piloti professionisti. L’ERC è stato anche un’eccellente piattaforma per i reparti corse clienti, per mostrare i loro prodotti e di conseguenza per vendere auto. Nonostante gli ostacoli che abbiamo affrontato, il nostro impegno non è mai diminuito e questo impegno sarà mantenuto fino alla fine della stagione 2021. Il nostro obiettivo fondamentale è sempre stato quello di mettere al centro gli interessi dell’ERC. Dopo aver preso la decisione di non cercare un’estensione del nostro contratto decennale con la FIA, dato che passiamo la nostra priorità alla promozione delle categorie GT e Touring Car completamente elettriche, la cosa più giusta da fare era quella di passare la palla il più prima possibile, per garantire una transizione senza soluzione di continuità. Abbiamo piena fiducia che il team di WRC Promoter sia in grado di portarlo avanti”.

“Durante il nostro mandato come promotore ERC – il commento di Jean-Baptiste Ley, coordinatore ERC – abbiamo sempre capito l’importanza di fornire un chiaro percorso di progressione dal livello nazionale alla scena mondiale e siamo estremamente orgogliosi del numero di piloti che sono passati dall’ERC al WRC. È chiaro che il legame deve essere rafforzato per il bene dello sport e con un promotore dietro entrambi i campionati, l’ERC può solo diventare più forte. La nostra gratitudine e il nostro apprezzamento vanno a tutti coloro che hanno contribuito alla storia di successo dell’ERC”.