Sebastien Ogier fa lo squalo e vince in Kenya. Katsuta è secondo, Tanak terzo

Una vittoria incredibile se si pensa che venerdì Ogier si è trovato a perdere oltre 2 minuti dai primi a causa della rottura di un ammortizzatore

safari rally ogier

Sebastien Ogier e Julien Ingrassia sul podio del Safari Rally Kenya - Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

Sebastien Ogier vince in Kenya davanti al compagno di squadra Takamoto Katsuta e allunga in classifica generale. Ma ancora una volta la vittoria arriva con il ritiro dei diretti avversari. L’ultima tappa del Safari Rally Kenya si apre infatti con il clamoroso ritiro del leader Thierry Neuville, che si ferma per la rottura della sospensione posteriore destra della sua Hyundai i20 WRC Plus.

L’ennesimo ritiro amaro per Hyundai mentre è al comando di un rally – il terzo di fila, dopo Portogallo e Sardegna – e che regala la vittoria ai rivali della Toyota, pronta ad approfittare delle noie del team coreano. Unica consolazione per Hyundai il terzo posto di Ott Tanak. Ma neanche l’estone non è stato risparmiato dai problemi. Tanak infatti nell’ultima speciale di sabato ha perso oltre 2 minuti per pulire il parabrezza della sua i20 completamente appannato. Questo ha consentito a Ogier di risalire in classifica. Una vittoria (la quarta in sei round) incredibile se si pensa che venerdì il pluricampione francese si è trovato a perdere oltre 2 minuti perchè anche lui incappato nella rottura di una sospensione. La top five è completata dalle due Ford Fiesta di M-Sport con Adrien Fourmaux e Gus Greensmith. Ottimi i tempi nell’ultima giornata per loro, con il francese che chiude un weekend fantastico conquistando anche la sua prima vittoria di speciale nella prova “Malewa”. La strategia priva di rischi dei piloti della squadra dell’Ovale blu ha dato i suoi frutti. Chiude sesto Kalle Rovanpera dopo che la sua Yaris è rimasta bloccata nella sabbia nella tappa di venerdì, costringendolo allo stop.

I tanti colpi di scena che ha regalato il Safari Rally Kenya, ha portato all’ennesima incredibile lotta per la conquista dei punti bonus della Wolf Power Stage “Hell’s Gate 2”. Rai, Patel Tundo, Sordo, Bertelli, Evans, Rovampera, Greensmith, Fourmaux, Tanak, Katsuta, Ogier. Questo l’ordine di ingresso in prova. A spuntarla è stato Tanak che si porta a casa i 5 punti bonus del primo posto, a firmare il secondo miglior tempo e a conquistare i 4 punti bonus è Rovampera, 3 punti per Evans, due per il vincitore Ogier e l’ultimo punto disponibile lo conquista Dani Sordo. Da segnalare l’undicesimo posto dell’equipaggio italiano formato da Lorenzo Bertelli e Simone Scattolin, con la Ford Fiesta WRC.

Nel WRC3 vittoria emozionante del pilota locale Onkar Rai in coppia con Drew Sturrock sulla Wolkswagen Polo R5, al traguardo settimi nella classifica generale. Onkar ha dedicato la vittoria al fratello Tejveer: “È incredibile. Spero che stia guardando, questo è per lui. È stata davvero dura e sono davvero felice”. Secondo Karan Patel con Khan Tauseef sulla Ford Fiesta R5, chiudono il podio Carl Tundo e Tim Jessop (Wolkswagen Polo R5). Il campionato torna in Europa con il Rally Estonia (15 – 18 luglio) che dà il via alla seconda metà della stagione.