Al Rally Adriatico primo colpo di scena: Andreucci-Pinelli si cappottano – VIDEO

Si parte subito con un colpo di scena, Paolo Andreucci e Francesco Pinelli finiscono fuori strada ad inizio della piesse

rally adriatico andreucci

È iniziato a tutti gli effetti il Campionato Italiano Rally Terra con la prima prova speciale del Rally Adriatico. I 5 chilometri cronometrati della PS “Colognola” hanno aperto in questi minuti il primo loop sulle tre prove speciali in programma nella gara marchigiana. Le 90 vetture moderne si stanno alternando allo start per questo primo crono di 5 chilometri, che verrà seguito poi dalla “Panicali” (5km) e dalla “Dei Laghi” (10km).

Si parte subito con un colpo di scena alla prima vettura, la Skoda Fabia R5 di Paolo Andreucci e Francesco Pinelli che finiscono fuori strada ad inizio della piesse. Nel corso della speciale nell’affrontare una curva a sinistra su un leggero dosso, la vettura ha allargato la traiettoria in uscita andando ad impattare con il terrapieno per fermarsi in un prato sottostante dopo un ripetuto cappottamento. L’equipaggio è immediatamente uscito dall’auto che per i danni riportati non ha ovviamente potuto continuare il rally.

Il miglior tempo è di Umberto Scandola con Guido D’Amore su Hyundai i20 R5 in 3’40.5 davanti al giovane esordiente boliviano Bruno Bulacia con Rogelio Penate su Fabia R5 a 8 decimi di secondo. Terzo crono iniziale per Costenaro-Bardini (Hyundai i20 R5) +1.1’’, un secondo dietro Bresolin-Pollet (Skoda Fabia R5). Quindi quinto tempo per Battistolli-Ometto (Skoda Fabia R5) +2.9’’ davanti a Campedelli-Rappa (Volkswagen Polo R5) a 4.6’’.