Riparte Rally Italia Talent: all’autodromo di Pergusa le prossime selezioni

La manifestazione che dal 2014 propone agli appassionati la possibilità di partecipare gratuitamente a un vero rally come piloti o come navigatori, riaccende i motori

Rally Italia Talent

Superato il lockdown che ha imposto uno stop forzato alle manifestazioni sportive durante lo scorso inverno e per tutta la primavera, l’edizione 2020 di Aci Rally Italia Talent è pronta a tornare in pista. Nei prossimi tre fine settimana si svolgeranno su altrettanti circuiti italiani le ultime selezioni del talent, che a febbraio erano state rinviate causa emergenza Covid-19.

Attraverso l’hashtag #restartrally ad accompagnare la ripresa, da venerdì 17 a domenica 19 luglio si terrà la selezione della Regione Sicilia presso l’Autodromo di Pergusa, in provincia di Enna. Nei due weekend successivi, lo staff di Rally Italia Talent si troverà invece a Binetto, in provincia di Bari, e Busca, in provincia di Cuneo. Il triplice casting definirà l’elenco degli aspiranti rallisti ammessi alla semifinale e che potranno continuare a competere per la partecipazione gratuita a un rally valido per i Campionati o i Trofei titolati Aci Sport.

Per le prove restanti del calendario, Rally Italia Talent ha scelto di adottare come auto ufficiale la nuova Swift Sport Hybrid, in sostituzione della versione benzina utilizzata per l’edizione 2019 e le prime tappe dell’edizione 2020. La scelta della Swift Sport Hybrid, perché è il mezzo ideale per far emergere il talento degli aspiranti piloti e perché è un perfetto esempio di come l’autentica sportività possa associarsi al rispetto dell’ambiente.

Swift Sport Hybrid monta un inedito motore turbobenzina 1.4 BoosterJet K14D da 129 cavalli abbinato al dispositivo ISG, che fa da alternatore, motorino d’avviamento e motore elettrico da 13,6 cavalli. Con una massa in ordine di marcia di non più di 1.025 chili, è la hot hatch più divertente ed efficiente della categoria, con rapporti peso/potenza e peso/coppia straordinari e un’agilità impareggiabile.

La tecnologia ibrida regala all’auto un temperamento esuberante. Il motore elettrico integra la coppia e reagisce in modo fulmineo a ogni intervento sull’acceleratore, eliminando i ritardi di risposta tipici dei motori termici. Con la funzione di boost di coppia, l’ISG irrobustisce il tiro a basso numero di giri e rende ogni spunto più vivace fino a che il turbo non fornisce la massima spinta. Il risultato è una progressione sempre brillante e lineare.

Swift Sport Hybrid ha una coppia massima di 235 Nm stabile tra i 2.000 e i 3.000 giri, ovvero nella fascia di utilizzo del motore più importante nella guida su strada. Superato questo regime, il motore BoosterJet K14D allunga poi con decisione e con un carattere che sa regalare emozioni intense pure ai rallisti più esigenti. Proprio loro apprezzeranno molto anche una dotazione ricca e completa sotto ogni punto di vista. Tra le altre cose, l’equipaggiamento standard include infatti i sistemi “guardaspalle”, “vaipure”, “occhioallimite”, “attentofrena”, “guidadritto” e “restasveglio”, che assistono il pilota così come farebbe un abile navigatore.

Gli esaminatori, rallisti professionisti con alle spalle una grande esperienza internazionale, affiancheranno i piloti nel massimo rispetto delle procedure di sicurezza in materia di anti-contagio concordate con gli esperti di Aci Sport, e saranno pronti a dispensare istruzioni a chi sia alternerà al volante e a dare consigli utili per rendere la guida più efficace.

Sotto il patrocinio della FIA – Action for Road Safety, Rally Italia Talent si adopera per sensibilizzare i concorrenti sul tema della sicurezza su strada e fornisce loro consigli mirati per migliorare il controllo dell’auto in ogni situazione. Tale attività di formazione si rivolge soprattutto ai più giovani, per i quali il progetto ideato da Renzo Magnani ha un’attenzione particolare sin dal 2014, anno della prima edizione. La manifestazione accetta difatti la candidatura di chiunque abbia compiuto almeno 16 anni, anche di chi non mai avuto una licenza o la patente (per i minorenni occorre giusto una liberatoria dei genitori).

Grazie all’iniziativa Rally Italia Talent Ability, quest’anno la manifestazione ammette poi gratuitamente alle selezioni anche le persone diversamente abili. Per permettere loro affrontare le prove di destrezza e di sfidare gli altri concorrenti ad armi pari l’organizzazione mette a loro disposizione una Swift speciale. L’allestimento, studiato con la collaborazione del Gruppo HAP e dell’azienda Handytech, prevede un cambio robotizzato con comandi speciali, studiati ad hoc per chi è colpito da paraplegia agli arti inferiori.

Le prossime tappe di Rally Italia Talent 2020
Dal 24 al 26 luglio: Puglia – Autodromo del Levante (BA);
Dal 30 luglio al 2 agosto: Piemonte – Circuito Internazionale di Busca (CN).