Sébastien Ogier: “Mi ritiro. Anzi no”. Il sei volte campione del mondo forse ci ripensa

Sébastien Ogier sta prendendo in considerazione il suo piano di pensionamento e potrebbe rimanere nel FIA World Rally Championship per un’altra stagione

Sébastien Ogier

Sébastien Ogier - Aurelien Vialatte / Red Bull Content Pool

É stato all’inizio della stagione WRC 2019 che Sébastien Ogier, ha dichiarato per la prima volta la sua volontà di ritirarsi alla fine della stagione 2020. Una decisione che non è cambiata dopo l’addio a Citroen Racing e l’approdo in Toyota Gazoo Racing alla fine dello scorso anno.

Ma il sei volte campione del mondo adesso sta ripensando alla sua decisione con la stagione 2020 ormai compromessa dall’epidemia da Covid-19. “Non mi sarei mai aspettato un anno simile per finire la mia carriera – ha detto il leader del campionato mondiale a DirtFish -. Vediamo cosa sta succederà quest’anno, ma se la stagione dovesse essere dimezzata, di sicuro potrei prendere in considerazione l’idea di correre ancora per una stagione”.

ogier messico
Sebastien Ogier e Martin Jarveoja – Jaanus Ree/Red Bull Content Pool

“Al momento, non c’è nulla (di deciso ndr.). L’ho soltanto annunciato personalmente, ma sinceramente non ne ho discusso con il team. È solo il mio sentimento personale al momento. Non esiste un piano reale, ma di sicuro se questa stagione si dimezzasse potrei riconsiderare il mio ritiro”.

Dopo aver conquistato un podio (secondo posto) al suo debutto al Rallye Monte-Carlo con la Toyota, Ogier ha conquistato la sua prima vittoria con Toyota in Messico a marzo, l’ultima gara prima del lockdown mondiale. Tommi Makinen, team principal di Toyota Gazoo Racing, ha comunque iniziato il processo di convinceimento di Ogier, per farlo rimanere anche nel 2021 insieme ai compagni Elfyn Evans e Kalle Rovanpera. “Vorremmo che rimanesse – ha detto Makinen -. Cerchiamo solo di fare del nostro meglio per farlo restare”.