Da Roma riparte il CIR: ecco il nuovo calendario

Targa Florio a settembre, Sanremo ad ottobre, 2 Valli a rischio, Tuscan a novembre e Ciocco in chiusura. Ecco il probabile calendario 2020

roma

Con i lavori incessanti da parte di Motorsport Italia per organizzare il Rally Roma Capitale, iniziano a muoversi anche le pedine per l’organizzazione del Campionato Italiano Rally.

Il Rally di Roma Capitale, come rimane ormai chiaro, diventa di fatto la prima prova del Campionato Italiano Rally, ma con una grande sorpresa legata al punteggio.

Secondo alcune indiscrezioni sulle operazioni che si stanno portando a compimento in questo momento, il rally capitolino potrebbe avere il doppio punteggio. Gara 1 e gara 2 avrebbero lo stesso coefficiente 1,0, dando così al Rally di Roma quello slancio in più per la ripartenza, premiandolo per l’enorme sforzo messo in campo dagli organizzatori, che stanno sviluppando un nuovo protocollo sanitario basato sulle regole sviluppate dal Governo. Per regolare l’accesso dei partecipanti e addetti ai lavori e forse anche il pubblico, sarà utilizzata un’app sviluppta appositamente. Per questioni di sicurezza, potrebbero saltare la partenza dalla Capitale e le prove spettacolo di Ostia. Rimane confermata per il momento, anche la validità per il Campionato Europeo Rally, anche se con chilometraggio invariato e quindi maggiore rispetto al CIR. Anche nel caso dell’ERC, il rally romano sarebbe prima prova di apertura, e andrebbe a coinvolgere tutti i top team.

Una sorpresa inoltre potrebbe arrivare con la presenza delle WRC Plus, che potrebbero fare da apripista, così come anticipato dagli organizzatori nel corso della diretta Facebook di Rally Time la scorsa settimana, a cui hanno preso parte Max Rendina, Bruno De Pianto, Simone Ferraro e Emanule Inglesi. Gli organizzatori stanno cercando di trovare una soluzione con la Federazione per poter far correre anche le potenti WRC Plus.

Attenzione perchè rientra in campo anche la Targa Florio, gli organizzatori starebbero puntando alla data di settembre. La gara più antica del mondo, andrebbe a precedere il Sanremo, che andrebbe a scalzare il Rally 2 Valli ad ottobre. Per quest’ultimo rally, alcune voci parlano di un rinvio al 2021, per problemi legati all’organizzazione.

L’unico rally che ad oggi non è mai stato messo in dubbio, il Tuscan Rewind, rimarrebbe confermato nella sua data, ma con la differenza che quest’anno non sarebbe ultima prova di campionato, il Rally del Ciocco e Valli del Serchio infatti, dopo essere stato rinviato per ben due volte, si andrebbe a disputare a dicembre, in concomitanza con il Ciocchetto.

Con queste indiscrezioni che arrivano da Roma, il Campionato Italiano Rally si disputerebbe su 5 gare, dando ai piloti 6 risultati, visto il doppio punteggio del Rally Roma Capitale. Un campionato corto, ma che potrebbe garantire l’assegnazione del titolo tricolore. Chiaramente in tutto questo, ci sarà da capire chi saranno i piloti che, budget alla mano, potrebbero prendere il via a questa edizione.

In R2 al via del CIR, dovrebbe essere quindi confermato il grande ritorno di Paolo Andreucci e Anna Andreussi a bordo della nuova Peugeot 208 R2. Nella classe R5, Andrea Crugnola, con programma confermato, porterebbe sulle strade del CIR la Citroen C3 R5. Giandomenico Basso ha già effettuato i primi test in pista con la Volkswagen Polo R5.

Al via di questo campionato, ancora una volta ci saranno i siciliani in grande crescita Alessio Profeta e Sergio Raccuia su Skoda Fabia R5. Poco invece si sa della partecipazione di Umberto Scandola, Simone Campedelli e Luca Rossetti, e sui loro programmi. Sempre nel CIR arrivano in R5 Luca Panzani che ha presentato la livrea, Marcello Razzini che ha già disputato dei test e poi dovrebbero esserci Antonio Rusce, Stefano Albertini, Rudy Michelini, Andrea Mabellini e Marco Signor. Il siciliano Andre Nucita potrebbe disputare il campionato in N5.

Calendario

  1. Rally di Roma Capitale 24/25/26 luglio Gara 1 coeff. 1,0
  2. Rally di Roma Capitale 24/25/26 luglio Gara 2 coeff. 1,0
  3. Targa Florio settembre
  4. Sanremo ottobre (prenderebbe il posto del 2 Valli)
  5. Tuscan Rewind 20/22 novembre
  6. Ciocco e Valli del Serchio dicembre (in concomitanza del Ciocchetto)