CIRT, anche il Rally Liburna decide di saltare un “turno”: gara rinviata al 2021

Un arrivederci al 2021 per il Liburna Terra. Per gli organizzatori si tratta di una scelta nel rispetto dei tanti che avrebbero partecipato

rally liburna

La premiazione 2018 nel centro di Volterra con le vetture del CIRT moderno

“Una decisione estremamente sofferta, ma presa nel rispetto di appassionati, addetti ai lavori ed in particolare della Federazione Aci Sport”, con queste parole Laura Lombardi, a capo della Scuderia Livorno Rally come organizzatore della Liburna Terra, ha comunicato il rinvio della gara al 2021.

“Purtroppo – ha aggiunto Lombardi – la situazione attuale di incertezza in conseguenza dell’emergenza epidemiologica lasciava troppi dubbi sulle possibilità di riuscire a svolgere la corsa come merita. Anche se la Liburna era posizionata ad ottobre secondo il calendario iniziale, abbiamo scelto comunque di assumerci le nostre responsabilità. Sarebbe stato scorretto confermare l’evento ora e poi fare un passo indietro in un secondo momento per eventuali complicazioni. Ci dispiace anche per i nostri partner e per il nostro territorio che, come tutti, stanno vivendo una situazione di difficoltà. Volgiamo ripartire con tutti loro il prossimo anno”.

Quella in programma nel primo weekend di ottobre a Volterra sarebbe stata la dodicesima edizione per la Liburna Terra, con validità per il Campionato Italiano Rally Terra, la seconda edizione storica come appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra Storici ed inoltre, come grande novità, sarebbe stata la prima edizione della Liburna Terra Cross Country valida per il Campionato Italiano Cross Country. Una triplice validità tricolore per la quale la Scuderia Livorno Rally ha già avanzato ad Aci Sport richiesta di congelamento, appunto, per la prossima stagione sportiva 2021.