CIR, dopo il Friuli la Ford guarda avanti e prepara l’assalto finale al campionato

La rincorsa al Campionato Italiano Rally ora obbligherà Simone Campedelli ad una volata finale imperiale.

ford racing

Simone Campedelli - Ford Fiesta R5

Dalla prima Romana di Simone Campedelli e Tania Canton, al volante della nuova Ford Fiesta R5 sono passati una quarantina di giorni, ed il lavoro svolto al fianco della M-Sport nello sviluppo ha rivelato importanti progressi. Sulle difficili, ed estremamente tecniche prove speciali del rally del Friuli Venezia Giulia il portacolori della Ford Racing ha strappato prestazioni di valore assoluto, avvallate dalla leadership provvisoria al termine della prima tappa e dai quattro scratch fatti segnare nelle due giornate di gara. In lotta per il successo finale sino alla penultima speciale Campedelli è stato fermato da una doppia foratura istantanea (anteriore e posteriore sul lato destro), che lo ha fatto scivolare fuori dalla top five. La rincorsa al Campionato Italiano Rally ora obbligherà Simone Campedelli ad una volata finale imperiale che però ha dimostrato di avere nel piede, supportato da una Fiesta R5 in costante progresso.

Continua invece inarrestabile la rincorsa nel Campionato Italiano R1 della New Ford Fiesta R1 e dell’equipaggio toscano Daniele Campanaro e Irene Porcu, che anche in Friuli rientrano a casa con un altro esaltante successo. A due gare dal termine della serie tricolore si tratta della prima ipoteca avanzata su un titolo Italiano dalla Ford Racing. Una gara impegnativa che Daniele Campanaro ha gestito in maniera impeccabile, dimostrando una grande maturità tattica in ottica campionato limitandosi a controllare gli avversari.

Daniele Campanaro – Ford Fiesta R1

“Nel primo passaggio – racconta Campanaro – sulla lunga ho pagato dazio per la mia mancanza di abitudine al turbo, da gestire differentemente quando bisogna rilanciare l’auto in continuazione”. Ma dopo avere fatto il punto al service prima della boucle finale con la ERTS Hankook Competition è ritornato a mettere alla frusta la New Ford Fiesta R1 della TH Motorsport ed ha fatto saltare il banco mandando al tappetto gli avversari.

Gara di apprendistato per l’equipaggio Fabrizio Andolfi Jr e Stefano Savoia che in una gara così difficile ed impegnativa ha cercato di scrollarsi di dosso la ruggine accumulata in un anno e mezzo di stop. Dopo avere vinto la RGT Cup nel 2017 il pilota savonese ha disputato solo poche uscite a spot in gare minori.