Rally di Alba, giorno 1: il “cannibale” Loeb mette tutti in riga

Numeri da record per il 13° Rally di Alba che festeggia nel migliore dei modi il rientro nei campionati tricolori

loeb

Numeri da record per il 13° Rally di Alba che festeggia nel migliore dei modi il rientro nei campionati tricolori di vertice con una edizione nobilitata dalla presenza del pluricampione del mondo Sebastien Loeb e della Hyundai i20 Wrc Plus che si è aggiudicato la prima prova spettacolo.

Una grande gara per un grande campionato. Sono stati 179 gli equipaggi che ieri sera hanno preso il via del Rally di Alba quinta delle sei gare del Campionato Italiano WRC. Presenti tutti i migliori della serie tricolore ed una ricca rappresentanza di piloti stranieri, guidati dal nove volte campione mondiale Sebastien Loeb. La tredicesima della gara piemontese è partita dalla piazza Michele Ferrero, ad Alba, con gli equipaggi che, dopo il passaggio in pedana, si sono diretti verso la zona industriale di corso Asti per disputare la prima sfida cronometrata, la prova speciale #RA Show di 2.6 chilometri. A realizzare il miglior tempo nel breve tratto cronometrato sono stati proprio i più attesi della vigilia Sebastien Loeb e Daniel Elena che con la loro Hyundai i20 Wrc hanno preceduto il pilota di Como Corrado Fontana in coppia con Nicola Arena Hyundai i20 Wrc di 6 decimi e il bresciano Luca Pedersoli, in coppia con Anna Tomasi, che ha chiuso a 7 decimi dal campionissimo transalpino.

Luca Pedersoli-Anna Tomasi Citroen DS3 WRC

“E’ una gara interessante con prove molto selettive e continui cambi di ritmo – il commento di Sebastian Loeb -. Le strade ed il bellissimo contesto di grandi distese di vigneti mi ricorda molto il rally mondiale di Germania; siamo qui con la squadra ufficiale Hyundai per fare test, ma anche come sempre per cercare di vincere”.

Sebastian Loeb-Daniel Elena Hyundai i20 Wrc Plus

Una gara test quindi per la Hyundai presente anche con il Direttore di Hyundai Motorsport, Andrea Adamo anima dei successi della casa coreana sia nel Campionato del Mondo Wrc sia in quello Fia WTCR vinto dal nostro Gabriele Tarquini. “Chiaramente è per noi importante – afferma Adamo – fare gare dove si abbia la possibilità di sperimentare qualcosa di nuovo. Gare belle come questa dove l’obiettivo è quello di testare delle soluzioni innovative da mettere a disposizione di tutti i nostri piloti fin dalla prossima gara su asfalto”. A fianco di Loeb, l’inseparabile Daniel Elena da anni inseparabile compagno del campione francese in mille battaglie. “Sono ormai 22 anni che corriamo insieme dividendo gioie, dolori successi e sconfitte. Naturalmente alla base di questa solidità di rapporto c’è una grande armonia, una comune passione che fanno sì che tutto si svolga al meglio. Credo che in questa prima stagione con la Hyundai io e Seb abbiamo dimostrato di essere sempre competitivi e sicuramente a breve ci toglieremo ancora qualche importante soddisfazione”.

Nella prova d’apertura del rally di Alba, è partita anche la sfida tra i protagonisti del Suzuki Rally Cup dove il più veloce è stato l’aostano Simone Goldoni in coppia con Flavio Garella davanti alle Swift di Nicola Schileo e di Andrea Scalzotto.

Intensa giornata di gara anche quella di oggi, con le sette prove speciali con il doppio passaggio in mattinata sulla prova di “Roddino” di 14,39 chilometri [P.S.2 ore 7:24, P.S.4 ore 10:55] e “Igliano” di 21,50 chilometri [P.S.3 ore 8:08; P.S.5 ore 11:39] e nel pomeriggio un nuovo transito nella corta speciale “Alba” di 1,35 chilometri [P.S.6 ore 14:20] nella Zona Industriale e il doppio passaggio sulla “Santo Stefano-Cossano Belbo” di 14,75 chilometri) [P.S.7 ore 15:06; P.S.8 ore 17:06]. Tre i riordini-parchi assistenza in Piazza Medford ad Alba. Il Rally di Alba è valido per il CIWRC, la Coppa Rally Zona 1, la Michelin Rally Cup, Clio R3 TOP e del Corri con Clio N3 OPEN e Suzuki Rally Cup.

Classifica Rally di Alba dopo PS1: 1.Loeb – Elena (Hyundai I20 Wrc Plus) in 2’24.3; 2.Fontana – Arena (Hyundai I20 Wrc) a 0.6; 3.Pedersoli -Tomasi (Citroen Ds3 Wrc) a 0.7; 4.Miele – Mometti (Citroen Ds3 Wrc) a 0.9; 5.Gilardoni – Bonato (Hyundai I20 Wrc) a 1.6; 6.Scandola – D’Amore (Hyundai I20 R5) a 2.7; 7.Sarrazin – Renucci (Hyundai I20 R5) a 2.8; 8.Chentre. – Giovenale (Skoda Fabia R5) a 4.2; 9.Carella- Bracchi (Skoda Fabia R5) a 4.3; Veiby – Andersson (Hyundai I20 R5) a 4.3.