Al Rally di Roma Ford Racing fa il pieno: e allunga in classifica

Il rally di Roma Capitale nella prima frazione per Simone Campedelli e Tania Canton si è presentato tutto in salita.

ford racing

Il rally di Roma Capitale nella prima frazione per Simone Campedelli e Tania Canton si è presentato tutto in salita, con la sua vettura all’esordio assoluto sull’asfalto ancora da affinare, ed una foratura che gli è costata una quarantina di secondi. Ma modificando passo passo la configurazione della vettura Simone Campedelli è riuscito a riagganciare il podio già alla fine della prima tappa e nel round domenicale cementifica la sua seconda posizione, avvicinandosi alla testa della classifica.

Un risultato che gli permette di riportarsi in seconda posizione nel Campionato Italiano rally piloti, mentre nel campionato costruttori Ford allunga, rafforzando la sua leadership. Una prima nell’Erc e sull’asfalto dove Ford Racing e Simone Campedelli hanno regalato alla M-Sport il primo podio assoluto con la nuova Ford Fiesta R5, ma nella seconda tappa è arrivato anche il primo scratch e una lunga sfilza di secondi tempi. Una gara sofferta, ma che ha dimostrato una volta di più la solidità dell’equipaggio Ford Racing, in grado di prendere per la mano la loro freccia Orange 1 e farla crescere assieme agli ingegneri di M-Sport.

“La prima parte della gara è stata di quelle da dimenticare, ma nella seconda tappa siamo riusciti a migliorare la vettura, ed il mio feeling con questa ci ha permesso di recuperare terreno e ottenere un buon risultato finale. La nuova Fiesta R5 ha dimostrato un grande potenziale, in particolare ha una reattività di telaio incredibile estremamente sensibile ad ogni colpo di volante. La percorrenza di curva è impressionante e con il supporto degli ingegneri M-Sport sono riuscito a cucirmela addosso dopo pochi chilometri. Il tallone di Achille è stato l’erogazione del motore che fatica a dare il meglio agli alti regimi, un problema che ci ha perseguitato sino alla fine”.

Daniele Campanaro-Irene Porcu New Ford Fiesta R1

L’appuntamento capitolino però non ha regalato grandi soddisfazioni a Ford Racing solamente nella classe regina, ma ha visto la New Ford Fiesta R1 nella sua prima mondiale assoluta dominare in lungo ed in largo la classe R1. Mandando letteralmente al tappeto il folto plotoncino dei protagonisti del Campionato Italiano R1.

A firmare il successo è stato l’equipaggio Toscano Daniele Campanaro e Irene Porcu che ha messo le ali alla neonata di casa Ford, anch’essa seguita sulle strade Romane dalla TH Motorsport uno dei team di riferimento Ford Racing. Soddisfazione anche per la ERTS che ha calzato la Fiesta R1 con le gomme Hankook, che si sono rivelate estremamente performanti. Un successo quello di Campanaro che va oltre al distacco di un minuto rifilato al primo degli avversari. Il pilota Toscano ha messo in cassaforte il successo dopo sole tre speciali, infliggendo al primo degli inseguitori una quarantina di secondi e nella prima tappa ha fatto suoi tutti i successi parziali.