Dopo la prima tappa Crugnola ancora in vetta. Di Iuorio vince la gara CRZ

0

Giornata super intensa al Rally di Roma Capitale quest’oggi. La gara organizzata da Max Rendina e valida quale sesto round del FIA European Rally Championship e quinto del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco ha vissuto la prima frazione competitiva dopo il prologo spettacolare ed emozionante al Colosseo di ieri. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Sulle sei prove speciali disputate in questo sabato 29 luglio, compreso il doppio passaggio sulla “Rocca di Cave-Subiaco”, prova più lunga del campionato con i suoi oltre 32 chilometri, si sono scritte già importanti alchimie di questa sfida. Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto sono leader con 20.2 secondi di margine al termine di una frazione che li ha visti assoluti protagonisti con la Citroen C3 Rally2. Il varesino ha preceduto tutti gli avversari al traguardo volante di metà gara, accumulando un discreto tesoretto di vantaggio.

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai su Skoda Fabia RS Rally2 sono attualmente al secondo posto dopo aver rimontato dal terzo gradino del podio. La sfida è tutta da scrivere perché Yohann Bonato e Benjamin Boulloud, su Citroen C3 Rally2, sono a 23.7 secondi, quindi vicinissimi a Basso e pronti per attaccare.

Infuocata a dir poco la sfida per il quarto posto. Mares-Bucha (Skoda Fabia Rally2 Evo) sono attualmente appena sotto al podio con 54.4 secondi di distacco, ma alle loro spalle a solo 1.3 secondi c’è Simone Campedelli con Tania Canton (Skoda Fabia Rally2 Evo). Paddon-Kennard (Hyundai i20 N Rally2) sono sesti dopo la disavventura della SS6 a 4 decimi da Campedelli, mentre Mabellini è settimo a 5 decimi da Paddon. Storia insomma ancora tutta da scrivere.

Le sorti del Rally di Roma Capitale si definiranno nella giornata di domani, domenica 30 luglio, con due giri su altri tre diversi tratti cronometrati; la breve “Fiuggi” (6,72 km – SS8 7:51 e SS13 17:05) aprirà e chiuderà la sessione conclusiva come Power Stage per l’Europeo, quindi “Alatri” (6,96 km – SS9 8:51e SS11 13:01) e l’altra prova tradizionale “Santopadre” (29,08 km – SS10 10:16 e SS12 14:26). Fiuggi sarà nuovamente il riferimento centrale della fase calda, dove sono allestiti il Parco Assistenza e il Quartier Generale, e ospiterà la cerimonia di premiazione finale, in Corso Nuova Italia, a partire dalle ore 18:00. Oltre alla diretta TV integrale su FIA ERC All Live, entrambe le prove di Fiuggi saranno trasmesse domani anche su RAI Sport in chiaro sul canale 58 del Digitale Terrestre.

Nella gara della Coppa Rally di Zona sfida incerta fino alla fine, una partita a scacchi come l’hanno definita i piloti sul traguardo. La CRZ infatti si è conclusa oggi con la vittoria di Riccardo Di Iuorio e Doriano Maini su Skoda Fabia R5. Il loro successo è maturato dopo un continuo batti e ribatti con le altre vetture quattro ruote motrici, un confronto che ha perso un ottimo Liburdi quando, da leader, è incappato in una doppia foratura sulla “Guarcino-Altipiani di Arcinazzo” nel corso del secondo passaggio. Di Iuorio è stato bravo a resistere in vetta precedendo Gianluca D’Alto-Mirko Liburdi (Skoda Fabia Rally2 Evo) e Antonio Bucciarelli e Vincenzo Roma (Skoda Fabia R5). Da segnalare il quarto assoluto e primo di RC4 per Simone Taglienti e Graziano Sigismondi su Peugeot 208 Rally4.

Questa prima tappa è stata valida anche come primo round del Clio Trophy iniziato proprio dal Rally di Roma Capitale. Nonostante qualche disavventura che in mattinata avrebbe potuto privarli del successo, a vincere con merito sono stati Edoardo De Antoni e Carlotta Romano davanti ad Andrea Gonella-Elena Badinelli e ai terzi classificati Michele Campagna e Fabrizio Mallozzi, tutti su Renault Clio Rally5.