Partecipazione a gare non in calendario, la Federazione avverte

La nota di Emanuele Inglesi, Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio

I titolari di licenza ACI Sport, ivi compresi coloro che non hanno ancora provveduto al rinnovo per il
corrente anno, secondo l’art. 178 RSN, non possono partecipare a manifestazioni non iscritte a calendario, a ricordarlo con una nota del 19 gennaio 2023 è Emanuele Inglesi, il Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

La partecipazione a competizioni o manifestazioni, non autorizzate da ACI, ai sensi e nei limiti del RSN,
sono soggetti ai provvedimenti disciplinari previsti dal Regolamento di Giustizia Sportiva. (art. 7 RSN
ACI). Da cosa nasce questa comunicazione? Nei giorni scorsi il Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio ha ricevuto una segnalazione del Presidente Aci di Frosinone, ad oggetto la Competizione Rally Circuit prevista il 28 e 29 Gennaio 2023 presso il circuito ISAM di Anagni (FR). Secondo quando riportato nella comunicazione, la partecipazione per i licenziati o ex, è vietata. Riportiamo di seguito per intero la comunicazione del Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio Emanuele Inglesi.

“Il sottoscritto Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio, Visto il parere reso dalla Direzione Sport Automobilistico (ACI Sport) del 12/01/2023, in merito alla segnalazione del Presidente Aci di Frosinone, ad oggetto la Competizione Rally Circuit prevista il 28 e 29 Gennaio 2023 presso il circuito ISAM di Anagni (FR), che evidenzia la non presenza in calendario della suddetta manifestazione, e la non regolarità dell’area o impianto che dovrebbe ospitare la stessa per difetto assoluto di omologazione, come richiesto dall’art. 1 Regio Decreto Legge numero 302 del 2 Febbraio 1939, e successive modificazioni, nonché dalle Norme CONI sull’impiantistica Sportiva,
Ricorda e Avvisa
i titolari di licenza ACI Sport, ivi compresi coloro che non hanno ancora provveduto al rinnovo per il
corrente anno, secondo l’ art. 178 RSN, di seguito integralmente riportato, “Lo status di licenziato
sportivo, ancorché la licenza non venga rinnovata alla scadenza dell’annualità, permane fino a quando
la licenza non venga rinnovata o fino alla rinuncia espressa dell’interessato al rinnovo o fino alla
radiazione e comunque si perde trascorsi 5 anni consecutivi di mancato rinnovo. Il provvedimento
disciplinare della sospensione delle licenze sospende tutti i diritti inerenti allo status di licenziato sportivo
per il periodo comminato. Il soggetto che ha rinunciato espressamente alla licenza non potrà riprendere
una licenza ACI per 10 anni, al termine dei quali comunque la sua richiesta deve essere valutata dall’ACI
al fine di accertare eventuali pendenze”

Che
la partecipazione a competizioni o manifestazioni, non autorizzate da ACI, ai sensi e nei limiti del RSN, sono soggetti ai provvedimenti disciplinari previsti dal Regolamento di Giustizia Sportiva. (art. 7 RSN ACI), nonché lo svolgimento di attività di carattere agonistico, a ridotto contenuto agonistico e preagonistico, tecnico, organizzativo, decisionale o comunque rilevanti per l’ordinamento sportivo
automobilistico, sono da tenersi esclusivamente in possesso di idonea licenza ACI /Sport(art. 6 RSN
ACI).
Si comunica, inoltre, che Aci Sport si riserva la possibilità di effettuare in ogni momento eventuali
verifiche riguardo la partecipazione ai suddetti eventi.

Non lascia molti dubbi la comunicazione del Fiduciario/Delegato Aci Sport Lazio Emanuele Inglesi, vedremo se nei prossimi giorni cosa accadrà alla gara in programma prevista il 28 e 29 Gennaio 2023 presso il circuito ISAM di Anagni (FR).