WRC, Ogier saldamente al comando del Rally di Monte-Carlo

Il francese detiene il comando sul compagno di squadra Kalle Rovanperä dopo aver dominato le tappe di venerdì

Ogier

Sebastien Ogier

Alla guida di una GR Yaris per il Toyota Gazoo Racing, l’otto volte campione del mondo Sebastien Ogier ha vinto quattro dei sei test di velocità sulle Alpi francesi, precedendo il round di apertura di 36,0 secondi dal collega Kalle Rovanperä dopo 145 km di gara. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

La gara con sede a Monaco conserva bei ricordi per Ogier, nato e cresciuto nelle Hautes-Alpes. Sta inseguendo una nona vittoria da record questa settimana. Ogier ha stabilito il ritmo nella breve gara d’esordio di giovedì sera e ha continuato ad affermare lo stesso dominio al mattino, portando il suo vantaggio in doppia cifra sul compagno di squadra Elfyn Evans nonostante abbia commesso un errore nell’unità ibrida.

Quando Evans si è ritirato dopo aver perso 40 secondi con una foratura posteriore destra sulla PS5, a Ogier è stato concesso spazio per respirare. Ha preso meno rischi nel pomeriggio, portando anche una gomma di scorta in più, ma ha comunque allungato il suo vantaggio.

“Sono molto soddisfatto- ha dichiarato Ogier-. Ovviamente, il rischio di forature [nell’ultima tappa] era più alto, quindi ho preso le cose un po’ più facilmente. Sono solo felice di portare la macchina a casa stasera”.

Rovanperä ha superato un’intensa battaglia con il pilota della Hyundai i20 N Thierry Neuville. Raramente i due si sono divisi per più di qualche decimo di secondo, ma Rovanperä ha trovato un leggero vantaggio nel pomeriggio chiudendo con 1,9 secondi di vantaggio.

Il quarto posto assoluto è andato a Ott Tänak dopo una giornata impegnativa trascorsa imparando le complessità della guida della Ford Puma di M-Sport in competizione per la prima volta. Nelle stesse parole dell’estone, il suo nuovo destriero non si sentiva abbastanza “da corsa”, anche se ha ammesso di sentirsi a suo agio in macchina.

Tänak si trova a 16,3 secondi dal podio in vista della penultima tappa di sabato e deve affrontare la crescente pressione di Evans, che ha messo a segno un impressionante recupero dopo la sua foratura finendo dietro di 8,1 secondi.

Un altro ritardo di 27,9 secondi a completare i primi sei è Dani Sordo, alla guida di un’altra Hyundai. Lo spagnolo è apparso frustrato e ha sentito che i suoi tempi non erano all’altezza dei rischi che correva sulle tappe.

Takamoto Katsuta è stato ostacolato da un problema al freno a mano giovedì sera, ma si è goduto una corsa senza problemi a bordo della sua GR Yaris. Una serie di tempi nelle prime quattro tappe ha promosso il 29enne al settimo posto assoluto davanti a Esapekka Lappi, che condivideva frustrazioni simili a Sordo sulla sua i20 N.

L’azione si sposta a ovest verso le Alpi dell’Alta Provenza sabato per altri 111,78 km di competizione. Le Fugeret / Thorame-Haute, Malijai / Puimichel e Ubraye / Entrevaux percorrono ciascuno due volte ai lati di un’altra zona di montaggio pneumatici a Puget-Théniers. Ancora una volta, non esiste un parco assistenza a metà tappa.

Posizioni principali dopo venerdì:
1. S Ogier / V Landais FRA Toyota GR Yaris 1 ora 26 min 39,4 sec
2. K Rovanperä / J Halttunen FIN Toyota GR Yaris +36.0sec
3. T Neuville / M Wydaeghe BEL Hyundai i20 N +37.9sec
4. O Tänak / M Järveoja EST Ford Puma +54.2sec
5. E Evans / S Martin GBR Toyota GR Yaris +1 min 2,3 sec
6. D Sordo / C Carrera ESP Hyundai i20 N +1min 30.2sec