Vittoria di classe per i portacolori Motus Group Pilat e Refondini al Rally Day della Fettunta

Terzo all’Halloween e secondo al Città di Schio il portacolori della compagine di Milano, ha completato una progressione perfetta

Pilat

Roberto Pilat e Sara Refondini su Peugeot 205 Rallye gruppo A5 al Rally della Fettunta - Foto Photozini

Cinque prove speciali vinte, su sei regolarmente disputate, ed una leadership mai messa in discussione, il primo degli inseguitori ad oltre venti secondi, hanno confermato l’impeccabile stato di forma di un Roberto Pilat, autentico mattatore della classe A5 nel recente Rally Day della Fettunta, classica di fine stagione corsa nel recente weekend. (Iscriviti gratuitamente al canale Telegram di Rally Time per ricevere le notizie sul tuo telefono LINK)

Il pilota di Tarzo, in coppia con Sara Refondini, ha così portato in dote a Motus Group una vittoria, tra le millequattro del gruppo A, che chiude il cerchio di una stagione più che positiva.

Terzo all’Halloween e secondo al Città di Schio il portacolori della compagine di Milano, con il proprio quartier generale a Reggio Emilia, ha completato una progressione perfetta.

Un cavallo di razza, quello arrivato nella scuderia meneghina ad inizio Novembre, autore di nove podi consecutivi, prendendo in considerazione le sue ultime tre stagioni agonistiche.

Ma per Pilat, almeno nelle battute iniziali, non si è trattata di una passeggiata di salute, avendo in Bertazzolo un degno rivale che, in avvio, ha saputo fargli sentire il proprio fiato sul collo.

Dopo le prime due speciali il pilota della Peugeot 205 Rallye gruppo A, battente bandiera del sodalizio milanese, si confermava al comando ma con soli 4”1 sull’unico in grado di tenergli testa mentre il resto della compagnia naufragava ad oltre mezzo minuto di ritardo.

La spallata decisiva avveniva sul terzo crono, quello di “Campoli”, con Pilat ancora autore dello scratch e con l’antagonista che incassava oltre 10”, aumentando il divario a 14”8.

Dopo aver mancato l’en plein sulla quarta, secondo per 1”4, il trevigiano riprendeva la sua marcia inarrestabile, firmando gli ultimi due impegni di giornata e chiudendo la partita.

Ad accrescere il valore del successo anche la top ten sfiorata in gruppo RC5N, undicesimo fino al penultimo impegno e tredicesimo all’ultimo controllo orario di una giornata da incorniciare.

Abbiamo azzeccato la scelta delle coperture sulla prima – racconta Pilat – e siamo partiti con una mescola da pioggia che non avevamo mai usato prima. Le condizioni del fondo erano decisamente insidiose, tanto fango e tante occasioni di gettare al vento la gara. Abbiamo cercato di mantenere un buon ritmo ma senza esagerare. Al primo riordino ci han fatto uscire in ordine di classifica ed è stata una bella soddisfazione trovarsi a partire molto più avanti della nostra classe, mettendo dietro vetture ben più performanti della nostra leonessa. Siamo molto soddisfatti del risultato che abbiamo ottenuto e non abbiamo mai accusato problemi di natura tecnica. Tanti sono i grazie da dire, a partire da Motus Group e proseguendo con i direttori sportivi Manuele Stella e Federica Bottega. Grazie al team Galiazzo, in particolare a Chicco ed a Marco Fanton. Grazie alla New Rally Team ed alla mia naviga Sara Refondini, eccezionale, scrupolosa e professionale. Grazie a tutti i fans che ci hanno sostenuto, sia lungo il percorso che seguendoci da casa. Stiamo valutando se presentarci al via del prossimo Ciocchetto.”

Da quando Roberto è entrato in Motus Group – gli fa eco Luisa Todaro (presidente Motus Group) – ci ha regalato solo podi e soddisfazioni. Complimenti a lui ed a tutto il suo staff. Ci auguriamo che questa sua tradizione possa continuare a lungo, difendendo i nostri colori.”