CIVM, anche la Coppa Nissena nel nome di Simone Faggioli

Brivido per Andrea Raiti,la sua vettura è andata in fiamme

Faggioli

Simone Faggioli alla Coppa Nissena

Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek ha vinto entrambe le salite della 67esima Coppa Nissena nell’edizione del centenario. Il pilota fiorentino della Best Lap ufficiale della casa francese, ha portato a nove le vittorie alla gara siciliana organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta, che ha assegnato il Trofeo Michele Tornatore ed il Memorial Luigi Campione, anche nell’edizione del centenario ha completato il calendario di Campionato Italiano Velocità Montagna. Paura nella prima manche di gara per Andrea Raiti, la sua Osella PA21 ha preso fuoco mentre percorreva il tratto finale del tracciato.

Secondo sul podio il trentino della Vimotorsport Diego Degasperi che su Osella FA 30 Zytek ha rimontato caparbiamente in gara 2 assicurandosi il 2° posto tricolore assoluto dopo il titolo E2SS, terzo il trapanese Francesco Conticelli, nuovamente in posizione alta sulla Nova Proto NP 01-2. Stop forzato in gara 2 per il giovane Luigi Fazzino autore di un ottimo 2^ prestazione assoluta in gara 1 sulla Osella PA 2000 turbo.

Primo pilota di casa Salvatore Miccichè che sulla Osella PA 21 ha bissato il successo in gruppo CN. All’esordio in salita il giovanissimo Andrea Di Caro si è guadagnato il Memorial Luigi Campione, è stato secondo tra i locali ed il più giovane meglio classificato trovando intesa immediata con la Nova Proto motorizzata Aprilia con cui ha dominato la classifica delle sportscar Motori Moto. A consegnare i premi ai primi 10 classificati ed a congratularsi con ciascuno dei protagonisti è arrivato il Presidente dell’Automobile Club D’Italia Angelo Sticchi Damiani, che unitamente al Presidente dell’AC nisseno Carlo Alessi ed al Delegato/Fiduciari ACI Sport Sicilia Daniele Settimo, ha presenziato ad ogni fase della competizione in diretta su ACI Sport TV ed in streaming.

Sotto al podio ancora un’ottima prova di carattere per l’inossidabile ragusano Franco Caruso in pieno attacco con la Nova Proto NP 01-2. In top five il rientrante calabrese Luca Ligato, tornato al volante dell’Osella PA 2000 e subito incisivo. Sesto l’esperto etneo Luca Caruso che ha ritrovato appieno il propulsore della Norma M20 FC Honda, ma ancora un pò in debito di set up. Settima convincente piazza per il ragusano di Comiso Samuele Cassibba che ha vissuto due settimane in grande progressione sulla Nova Proto Sinergy 2000 V8. Ottavo Achille Lombardi, il lucano che nonostante un instancabile lavoro del Team non ha potuto chiedere il massimo del potenziale all’Osella PA 2000 Honda. Ha chiuso nono dichiarando una guida perfetta non supportata dal rendimento dell’auto, il funambolico Francesco Leogrande che ha preceduto sul traguardo il marsalese Vincenzo Conticelli senior, che ha completamente ritrovato l’Osella PA 30.