Rally Islas Canarias, Monzón out, Solans passa in testa

Ancora un problema per Campedelli. Battistolli a ridosso della top ten. Andrea Mabellini sul podio virtuale di classe

Rally Islas Canarias

Nil Solans e Marc Martì su Volkswagen Polo GTI R5 al Rally Islas Canarias

L’idolo di casa Luis Monzón è fuori dai giochi e vede sfumarsi il sogno della quarta vittoria al Rally Islas Canarias. Il due volte campione di Spagna, dopo aver chiuso il secondo giorno di gara in testa, ha forato nel corso della speciale numero 9, la “Arucas 1” di 9,30 chilometri. Un ritiro amaro, che vede balzare in testa Nil Solans e Marc Martì, a bordo della Volkswagen Polo GTI R5 gommata Pirelli. Quando mancano solo tre prove speciali da disputare, ad inseguire c’è il francese Yoann Bonato, sulla Citroen C3 Rally2 distaccato a cinque secondi. Sul gradino virtuale del podio, Efren Llarena, sulla Skoda Fabia Evo2 gommata MRF Tyres, vicinissimo a meno di quattro secondi.

Tra gli italiani, Simone Campedelli ha perso ancora posizioni in classifica, a causa di un piccolo problema nella speciale “San Mateo 1”. L’italiano, dopo aver fatto un ottimo terzo tempo assoluto nella “Arucas 1” ed aver guadagnato due posizioni nella classifica generale, un errore nella San Mateo gli ha fatto perdere una posizione e attualmente si trova settima posizione assoluta a 51 secondi dal leader.

Alberto Battistolli è invece a ridosso della top ten virtuale, in undicesima posizione a circa 12 secondi da Simone Tempestini, che attualmente ricopre la decima posizione. Rachele Somaschini è in 19esima posizione assoluta e alle sue spalle troviamo un agguerritissimo Andrea Mabellini con Virginia Lenzi, virtualmente sul podio in terza posizione della classifica riservata alle Rally4. Nella stessa classe troviamo gli altri due italiani Roberto Daprà in dodicesima posizione di classe e Mattia Vita, in diciannovesima posizione di classe, rientrato con la formula Super Rally. Tra le Rally5, Giorgio Cogni ed Andrea Mazzocchi ricoprono rispettivamente la quinta e sesta posizione di classe. Adesso ultimo giro sulle prove per decretare il vincitore del terzo appuntamento del campionato europeo.