Sulle strade della Targa Florio Paperini-Fruini vincono la prima della GR Yaris Rally Cup

Il primo dei sei appuntamenti della stagione, sulle difficili strade della iconica “Targa Florio”, la corsa più antica al mondo è stato dominato dal pilota toscano

targa florio yaris rally cup

Thomas Paperini e Simone Fruini con la GR Yaris alla Targa Florio 2022 - Foto Massimo Bettiol

Sono Thomas Paperini e Simone Fruini, i vincitori della gara di esordio della GR Yaris Rally Cup 2022la 106esima Targa Florio, corsa nell’entroterra palermitano. Toscani di Pistoia, Paperini e Fruini hanno così avviato la loro stagione del trofeo così come l’avevano conclusa lo scorso anno a novembre all’Aci Rally Monza “iridato”, con una vittoria, caratterizzata da un ritmo elevato e con una leadership che non è mai stata messa in discussione.

L’avvio di gara, però non era stato dei più confortanti, Paperini e Fruini, con circa 10 secondi persi per la vettura spenta in una inversione stretta, un “fuori programma” che lo ha costretto subito ad inseguire, arretrando in nona posizione. Ma dalla seconda prova in poi, il duo toscano ha saputo riprendere ritmo al meglio ed anche il comando della classifica, capitalizzando al meglio l’esperienza della passata edizione della “Targa” che avevano disputato per la loro prima volta, un fattore che gli ha consentito di correre interpretando con la giusta misura le insidie date sia dal percorso che pure dal maltempo che ha imperversato soprattutto nella prima parte della corsa.

Neppure un “tempo imposto” alla fine dalla prima giornata di gara, per la terza prova interrotta a causa dell’incidente del giovane Angelo Pucci Grossi, ha fermato l’avanzata dei vincitori, che sotto la bandiera a scacchi hanno preceduto di oltre un minuto i valtellinesi Marco Gianesini e Romano Belfiore, peraltro firmando anche un considerevole 16esimo posto in classifica generale. Gianesini, “vecchia conoscenza” del trofeo, secondo assoluto nel 2021, alla sua prima Targa Florio, ha sfruttato al meglio la vettura e con la sua esperienza l’ha portata ad accarezzare la bandiera a scacchi senza correre eccessivi rischi su strade che non permettevano il minimo eccesso. Ha completato il podio, terzo, il finlandese Markus Manninen, con al fianco Teemu Sillanpaa, anche loro debuttanti in Sicilia. Per tutta la gara hanno fatto progressi prova dopo prova, una progressione di riscontri cronometrici e di sensazioni importanti, senza andare oltre le righe, potendo così avviare la stagione al meglio possibile.

AI piedi del podio, meritevole quarta piazza ottenuto con il classico “colpo di reni” finale per il locale Antonino Cannavò, affiancato da Gianfrancesco Rappa, al loro al primo approccio con il Trofeo e con la GR Yaris. Proprio sull’ultima fatica cronometrata, firmando il terzo miglior tempo, hanno avuto ragione del giovane comasco Gianluca Luchi, debuttante pure lui nel Trofeo, con al fianco Gianluca Marchioni, finito perciò quinto. Il primo Under 25 classificato è il veneto Jacopo Facco, affiancato da Nicola Doria, entrambi alla prima esperienza nella GR Yaris Rally Cup.

Ampia soddisfazione per aver terminato la sua prima esperienza da rallista la “guest star” Fabio Di Giannantonio, la giovane promessa del motociclismo, pilota nella MotoGP con la Ducati del Team Gresini. Dopo le prime battute di gara a prendere le misure con una dimensione a lui tutta nuova, e con condizioni meteorologiche che hanno messo in crisi anche i top driver, ben guidato dall’esperto copilota Massimiliano Bosi, ha concluso la “Targa” con la consapevolezza di aver compiuto un’impresa di spessore, con la promessa certa di volerci riprovare: i rally e GR Yaris lo hanno “catturato”.

Sfortunati, oltre a Grossi, anche il campione in carica del Trofeo, Alex Ciardi, fermato da un problema meccanico durante la quarta prova quando gravitava in terza posizione ed anche Federico Romagnoli, cui l’uscita di strada nel tratto successivo gli ha danneggiato il radiatore acqua obbligandolo ad alzare bandiera bianca quando era all’inseguimento di Paperini, al secondo posto.

La novità tecnica della vettura, l’adozione del nuovo cambio sequenziale a cinque rapporti in luogo del tradizionale ad “H“ adottato la passata stagione, ha confermato le aspettative della vigilia, con le GR Yaris che hanno dimostrato un forte input di competitività ed anche di affidabilità, caratteristiche evidenziate dai riscontri cronometrici di valore assoluto ottenuti nella classifica assoluta di gara, specie se raffrontati con vetture di categoria superiore. Il secondo appuntamento della GR Yaris Rally Cup sarà al Rally di Alba, in provincia di Cuneo, il 24 e 25 giugno.

CLASSIFICA GR YARIS RALLY CUP  – 106esima TARGA FLORIO:
1. Paperini-Fruini in 54’04”9; 2. Gianesini-Belfiore a 1:59.7; 3. Manninen-Sillanpaa a 2:33.6; 4. Cannavò-Rappa a 2’37”9; 5. Luchi-Marchioni a 2:55.2; 6.Paleari Henssler-Bozzo a 3:12.3; 7. Facco-Doria a 4:48.9; 8. Menegaldo-Barra a 4:59.2; 9. Di Giannantonio-Bosi a 6:30.3.

CLASSIFICA GR YARIS RALLY CUP ASSOLUTA DOPO TARGA FLORIO: 1. Paperini 60 punti; 2. Gianesini 38; 3. Manninen 33; 4. Cannavò 24; 5. Luchi 20; 6. Paleari 18; 7. Facco 12; 8. Menegaldo 8; 9. Romagnoli 3.
UNDER 25: 1. Facco 50 punti; 2. Menegaldo 36.
TEAM: 1. Blu Thunder-Spotorno Car 66 punti; 2. New Star3 36; 3. PromoRacing 35; 4. HMI-Finiguerra 30; 5. HP Sport-Zerocento 24.