Rinviata al 2023 la 52esima Verzegnis-Sella Chianzutan, quarta prova del Tricolore montagna

Una decisione travagliata quella di annullare l’edizione 2022 dell’evento atteso in Italia ed in diversi paesi europei, spiegano gli organizzatori

Verzegnis - Sella Chianzutan

La 52esima Verzegnis – Sella Chianzutan si disputerà nel 2023. Lo annuncia lo staff di E4Run organizzatore della competizione inizialmente inserita dal 27 al 29 maggio nel calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna. Una decisione travagliata quella di annullare l’edizione 2022 dell’evento atteso in Italia ed in diversi paesi europei, che serve però a consolidare le basi e le partnership in prospettiva futura per garantire gli alti livelli da sempre offerti dalla competizione sulle Alpi Carniche ed i benefici che la stessa ha sempre significato per l’intero territorio.

“Il nostro evento vanta una posizione di spicco nel panorama dell’automobilismo sportivo italiano ed anche europeo ed è nostra ferma intenzione mantenerla – ha spiegato Eleonora Rizzi coordinatrice dell’organizzazione E4Run – è stato difficile prendere la decisone di saltare il 2022, ma occorre lavorare sempre su basi solide e con partner che condividono appieno i valori che lo sport e l’evento in sé promuovono. Diverse sono le avversità indotte dal particolare momento storico, con rincari esorbitanti in numerosi settori e difficoltà logistiche note a tutti. Per cui se non possiamo garantire il consueto livello alla gara, meglio rinunciare. La nostra gratitudine va a quanti hanno incoraggiato l’intero staff, a partire dai vertici della Federazione che hanno compreso perfettamente la situazione e dall’amministrazione comunale di Verzegnis, co-organizzatrice dell’evento. Da ogni apparente sconfitta devono trarsi le opportunità di un nuovo successo, sarà questo il nostro motto verso il 2023″.

“Siamo ovviamente dispiaciuti della notizia del rinvio al 2023 della Verzegnis Sella Chianzutan – afferma Andrea Paschini, sindaco di Verzegnis – Non è stato un fulmine a ciel sereno perché le prime avvisaglie mi sono state anticipate dagli organizzatori già qualche settimana fa in occasione di una riunione di coordinamento. Scelta sicuramente complessa, sofferta e non facile da parte degli organizzatori, quella del rinvio della manifestazione, che non va letta però come un segnale di resa, anzi, li ho sentiti consapevoli, motivati e pronti ad analizzare tutte gli aspetti diretti e indiretti che hanno influito negativamente sull’organizzazione dell’evento di quest’anno. Questo rinvio, di per sé amaro, ci deve far riflettere sull’importanza dell’evento, sui riflessi economici e sui risvolti mediatici che la Verzegnis-Sella Chianzutan porta con sé in soli tre giorni e su ciò che rappresenta in termini di visibilità per l’intero territorio della Carnia e dell’Alto Friuli. Da parte mia e dell’Amministrazione Comunale ci sarà il massimo impegno affinché le future edizioni della nostra competizione trovino la giusta collocazione e quotazione fra i grandi eventi sportivi della regione FriuliVeneziaGiulia”.